Decine di mucche muoiono a causa di avvelenamento

“Sospettiamo che la siccità sia responsabile della grande quantità di durina presente nelle piante di sorgo”, ha detto all'AFP Stefano Giantin, veterinario dell'Istituto Sperimentale per la Protezione Animale del Piemonte, Liguria e Val d'Aosta. Il sorgo è una pianta cianogena che provoca casi di avvelenamento molto gravi che progrediscono molto rapidamente (meno di un'ora).

All'inizio di agosto gli agricoltori di questa azienda agricola vicino a Torino hanno trovato decine di mucche morte dopo aver mangiato germogli di sorgo.

Bollettino / Agenzia France-Presse

I sintomi compaiono molto rapidamente (10-15 minuti dopo l'ingestione) e la morte avviene entro 15-30 minuti dopo la comparsa di disturbi respiratori, neurologici e muscolari, accompagnati da tremori e convulsioni.

Di solito non fatale

Il durene è una sostanza tossica presente nel sorgo, soprattutto nei giovani germogli, che lo utilizzano come mezzo di autodifesa contro gli erbivori: quando si decompone nello stomaco anteriore dei ruminanti, libera acido cianidrico. Stefano Giantin conferma: “Di solito questo non porta alla morte”.

Per Stefano Giantin la causa dell'avvelenamento potrebbe essere la disidratazione.
Per Stefano Giantin la causa dell'avvelenamento potrebbe essere la disidratazione.

Marco Bertorello/AFP

Ma nei germogli di sorgo prelevati a Sommariva del Bosco, le analisi hanno mostrato che la concentrazione di durina saliva a 10.717 mg/kg, una quantità che Stefano Giantin considerava “altamente anomala”. L'elevata affluenza, secondo le prime analisi, è dovuta allo stress idrico derivante dalla siccità che ha colpito l'Italia e l'Europa in generale.

Negli animali morti a Sumareva la quantità di acido cianidrico era superiore a 900 mg/kg, mentre una dose superiore a 700 mg/kg è considerata mortale per il bestiame.

READ  Decine di prodotti artigianali della regione Ile-de-France saranno presto in vendita sulla Torre Eiffel
We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply