Di Andrea Piazzi
Week-end bianco azzurro fantastico ed estremamente appassionante, primi in classifica dopo aver vinto sabato 1 a 0 a S. Marino ed in attesa delle partite della domenica.
E allora ci siamo ritrovati primi anche ieri sera dopo i risultati a noi favorevoli di Teramo e Pisa.
Così oggi è un risveglio bellissimo per il popolo spallino che, dopo anni bui e le prime 2 sconfitte di inizio campionato, si è ritrovato in testa al girone B di Lega Pro con un filotto di 4 vittorie e un pareggio! Spettacolo!
Io non ho partecipato, a malincuore, alla trasferta in terra straniera, causa turno lavorativo, così ho tribolato come un matto da casa mia.
Va beh c’è il pc e lo streaming di Sportube (tanto criticato da tutti i tifosi colpevole del calendario spezzatino) ma poi irresistibile per guardare la partita se si è impossibilitati ad essere presenti fisicamente allo stadio.
Ore 16.55 collegamento attivato con prosecchino e pacchetto di paglie sul tavolo già pronto a gustarmi la partita e……eeeeeee…….ma che cazz…….ma porca put……tecnologia di m……daaaaaaaaaa!
Non va, non va niente, non si vede nulla, schermo impallato, si sente solo l’audio con la voce del telecronista sovrastata dai canti dei circa 300 tifosi spallini ( fantastici, mitici, vi amo),prendere il pc è spiattellarlo contro il muro è un attim,  ma poi mi dico calma Andre e dirotto sul live di Retealfa con la radiocronaca del nostro Sovrani che è sempre una certezza e anche per radio si sente solo la Curva Ovest a coprire l’ansimare affannoso dell’Alessandrino.
Tribolo ancora di più, a ogni passaggio inutile a centrocampo sembra sempre che ci sia un pericolo o un rigore improvviso o chissà cosa, ma Sovrani è così, è sempre stato così ti fa preoccupare per tutto.
A metà del primo tempo arriva il gol della Spal con il nostro motorino instancabile Landi da Molinella che la mette in mezzo e lo sgraziato difensore straniero Fogacci la butta nella propria porta.
Credo che mi abbiano sentito in tutto il paese! Nel secondo tempo sbagliamo diverse occasione per raddoppiare ma il S. Marino ci fa il solletico e si porta a casa vittoria e primato, con i cori della Ovest sempre più forti che credo si sentissero fino a Rimini e Riccione! Già me li vedo di ritorno cantare a tutta gola in pulman e auto, alcuni direttamente per Ferrara a incontrare fidanzate e mogli, altri magari fermarsi in Romagna a mangiare e bere sangiovese, io a lavorare. Ma tutti quanti col cuore straboccante di gioia ed entusiasmo!
Ora ci godiamo questo momento e sarà quel che sarà, intanto si passerà una settimana stupenda a contare i minuti che mancano a sabato prossimo ore 20.30 per Spal-Teramo, big-match fra prima e seconda con il popolo spallino che riempirà il Mazza come mai quest’anno.
E io canterò, oltre il novantesimo!