Solitamente l’Italia non è mai stata menzionata tra le prime università al mondo. In questo caso, invece, per meriti sicuramente non accademici, i nostri rivali vicini di casa si sono attestati al primo posto di una classifica del Times che ha valutato gli Atenei più belli d’Europa. Bologna, con la sua storia più antica del mondo, ha stregato i critici giornalisti del “Times Higher Education” che l’hanno definita “la più bella d’Europa e del mondo”, anticipando anche la spagnola Salamanca e la portoghese Coimbra.

Il suo primato si deve sicuramente ai tanti edifici storici – a cominciare da Palazzo Poggi e i suoi musei – e a ben due ettari di Orto Botanico. Questo riconoscimento si deve anche alla vitalità che percorre le vie cittadine oltre che alla bellezza architettonica. Un legame narrato da poeti e cantori d’ogni tempo e luogo.

Il resto della classifica
Alle spalle dell’Alma Mater si posizionano altri storici atenei del Vecchio continente. Al secondo posto si colloca l’Università di Salamanca, il più antico ateneo spagnolo famoso per il suo barocco e la sua bliblioteca con oltre 160mila volumi. Sul gradino più basso del podio c’è invece l’Università di Coimbra (Portogallo), con le sue facciate bianche e la variopinta Sao Miguel Chapel. A seguire la tedesca Rostock e la danese Aarhus: la prima in un edificio moderno, impreziosita dagli ampi giardini e dal lago che la circonda. Completano la classifica le Università di Gdansk (Polonia), Uppsala (Svezia) e Grenoble Alpes (Francia), il Trinity College di Dublino (Irlanda) e la Lomonosov di Mosca (Russia).