Un funzionario americano accusa un generale israeliano di aver aggredito sessualmente le donne palestinesi

Tel Aviv – Il capo del fascicolo israelo-palestinese presso il Dipartimento di Stato americano ha accusato un ufficiale militare israeliano di alto rango, il generale di brigata Amir Avivi, e soldati israeliani di aver aggredito sessualmente donne palestinesi.

Secondo Viva.co.id riportato dal Jerusalem Post, il funzionario americano ha rivolto le sue accuse direttamente ad Avivi quando i due si sono incontrati faccia a faccia in un incontro a Tel Aviv.

I soldati di occupazione arrestano donne palestinesi. (Foto: middleeastmonitor.com)

“Eravamo seduti lì e discutevamo della situazione, e improvvisamente Israele è stato accusato di molestie sessuali sistematiche contro le donne palestinesi”, ha detto Avivi.

Si ritiene che i funzionari statunitensi abbiano scoperto una serie di prove importanti dall'indagine delle Nazioni Unite su quell'incontro. Ma Avivi ha confermato e sottolineato che se ci fossero stati casi di molestie, i media li avrebbero sicuramente denunciati.

Avivi ha addirittura criticato il fatto che ci fosse qualcosa che non andava nel Dipartimento di Stato americano.

Avivi ha continuato: “È logico che questo fenomeno esista e i media non ne parlino mai?”

“Questo è lontano dalla realtà”, ha detto, “voglio che ci sia una maggiore consapevolezza di ciò che sta realmente accadendo nel Dipartimento di Stato americano”.

Avivi ha confermato di considerare le accuse mosse dai funzionari americani come una dichiarazione ufficiale del governo di Joe Biden.

Avivi ha detto: “Quando abbiamo incontrato il funzionario del Dipartimento di Stato che gestisce la posizione israelo-palestinese, ogni parola che ha detto era, secondo me, una dichiarazione ufficiale americana”.***

READ  30 Le migliori recensioni di Coprisedili Fiat 500 testate e qualificate con guida all'acquisto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply