baustelle1

 

In letteratura gotica e nel pensar comune, i fantasmi si dilettano ad infestare tetri castelli abbandonati, ma a Ferrara il fantasma è dell’ opera e porta il nome di Baustelle.

I Baustelle con il loro fantasma tour hanno regalato alla rassegna musicale di Ferrara sotto le stelle un vero tocco di classe merito anche del prezioso accompagnamento dell ” ensemble symphony orchestra” costituita da ben 50 elementi. A differenza delle aspettative, i Baustelle hanno conquistato l ennesimo sold out: un teatro gremito di fan e semplici curiosi uditori sono rimasti incantati dalle atmosfere suggestive a tratti anche inquietanti in linea con il loro ultimo magistrale lavoro che  prende come nome appunto quello di fantasma. Inoltre il pubblico non é apparso affatto deluso del cambiamento della location effettuato negli scorsi giorni in quanto grazie alla sua acustica a dir poco perfetta il teatro comunale si é rivelato come un ambiente intimo per il pubblico incantato anche dal perfetto gioco di luci  “stasera dovevamo essere sotto le stelle invece le stelle sono sulla nostra testa ma sul pavimento” afferma banconi citando Andy Warhol.

Nella seconda parte, che definita dallo stesso bianconi con l aggettivo bestiale , invece citazioni sul tempo di Leo ferrè. Non uno spettacolo solo di promozione ma anche  di rievocazione di loro classici come Charlie fa surf e di chicche conosciute da  intenditori.

A fine concerto il pubblico conquistato dalla band di montepulciano la ringrazia con un applauso che sembra non aver fine.