Enigma Reverb: sabato 30 marzo il festival di musica elettronica inaugura la bella stagione invitando a Ferrara dj di fama internazionale, ma la location è segreta.

Unica certezza: sarà nel cuore del cento storico. L’evento sta raccogliendo centinaia di adesioni sui principali social network ma nessuno ancora sa dove si terrà, anche se diverse voci – non confermate ma nemmeno smentite dagli organizzatori – hanno cominciato a circolare non solo tra gli addetti ai lavori ma anche tra i giovani studenti universitari.

L’ospite più atteso della serata sarà senza dubbio l’eclettico Lee Gamble, famoso nei club di tutta Europa per l’inedita miscela che contraddistingue le sue esibizioni tra dancefloor e astrazione, techno dub e jungle anni Novanta.  Prima di lui sarà alla consolle Chevel, dj e producer votato alla techno sperimentale, che incrocia surrealtà e minimalismo, attualmente impegnato a Londra per registrare il suo quarto album in studio, per la Different Circles.

Un momento speciale sarà dedicato alle sonorità esotiche di Palm Wine e al progetto condotto insieme al collettivo Invernomuto: durante l’aperitivo – alle 18.30 – verrà proiettato il documentario “Pico”, che racconta l’originalità della scena elettronica colombiana.

Sul palco saliranno anche due glorie locali, Heedless e Natlek, che Reverb ha avuto occasione di ospitare rispettivamente nella data organizzata a Palazzo Crema e nella serata di esordio, svoltasi nel maggio 2016 all’interno del Castello Estense.

Le prevendite a 10 euro saranno a disposizione online al sito www.reverbfestival.it e presso la sede dell’associazione Ilturco (in via del Turco 39 a Ferrara, aperta dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 19), oppure direttamente presso la biglietteria dell’evento sabato 30 marzo fino alle ore 20. Dalle ore 20 in poi: ingresso 15 euro. L’evento comincerà alle 18.