I fratelli Servillo avranno il compito di calare il sipario sulla stagione di prosa del Teatro Comunale di Ferrara.

Toni e Beppe porteranno alla città estense “Le voci di dentro” di Eduardo De Filippo di cui Toni è anche il regista, saranno tre giorni memorabili per il Comunale che aprirà le porte al Jep Gambardella che ha contribuito, con la propria interpretazione, a far uscire vittorioso da quella memorabile notte degli oscar il film “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino come miglior film straniero.

“Le voci di dentro” di Eduardo De Filippo è un’opera divisa in tre atti composta nel 1948 ed inserita nella raccolta “Cantata dei giorni dispari“.

Il tema principale di quest’opera ruota attorno ad un rapporto di ambiguità tra sogno e realtà il cui protagonista è Alberto Saporito,  un apparecchiatore di feste popolari, che vive col fratello Carlo e lo zio Nicola.

Una notte sogna che i vicini di palazzo, i Cimmaruta, uccidono l’amico Aniello Amitrano e fanno sparire il cadavere. Nel sogno, lucidissimo, Alberto vede dove sono nascosti i documenti che possono incastrare i vicini. L’indomani, fatta la denuncia in questura, fa arrestare i Cimmaruta e…

Per il resto non rimane che recarsi al Teatro Comunale in un giorno a scelta dal 10 al 13 Aprile ed assistere a ciò che i fratelli Servillo hanno imbastito per il pubblico estense.