together testata

Dieci giorni. Intensi, difficili, stressanti, infiniti, magici, indimenticabili.

Era nato tutto per caso quel pomeriggio presso la sede della Lega Disabili di Ferrara, quando noi di Ferrara By Night eravamo stati chiamati per tutt’altro. Poi l’idea, col passare delle ore, cambiò radicalmente fino a raggiungere una nuova identità, quella di fare un grande evento di beneficenza, raccogliendo le varie ramificazioni della notte, quel mondo ritenuto da alti prelati, benpensanti e moralisti un “postribolo”, un incontro di giovani che “buttano la loro vita in droga e alcol”.

A seguito di anni bui per Ferrara, di ordinanze matte a discapito della “nightlife” locale, della ricerca dei “peli nell’uovo” con controlli furiosi di qualsiasi genere e natura presso le varie discoteche, club e bar della città, ci siam resi conto che le cose non potevano continuare in questo modo, o meglio, la notte doveva dare un messaggio positivo, forte e rassicurante alla città.

Nasce così Together, l’inedita unione di tutti i club di Ferrara e provincia per uno scopo sociale, quello di devolvere tutto alla lega disabili, accollandoci personalmente rischi economici, conseguenze civili e penali.

Mi preme pertanto dire che la nostra associazione non ha ricevuto sponsor e agevolazioni di alcun tipo da nessun ente o organizzazione esterna, il tutto è stato fatto a nostre spese.

Sono estremamente felice per l’eco che ha ricevuto questo evento, per la partecipazione di oltre 4mila giovani, per la professionalità e la sensibilità dimostrata da tutto il mondo della notte, dai djs agli organizzatori ai P.R. che hanno prestato gratuitamente la loro attività per le finalità perseguite dall’evento.

In un periodo di crisi ideologica e finanziaria, di smarrimento generale, di disoccupazione giovanile record, è stato dimostrato che esiste un substrato attivo, una fucina di idee e di entusiasmo che non può e non vuole essere soffocata dai molteplici problemi che la nostra generazione affronta giorno dopo giorno, in uno dei momenti storici più neri della Repubblica.

E’ incredibile quel che ho potuto osservare in una città piccola come Ferrara in questi anni, i numerosi talenti in essa presenti ad ogni angolo, la loro capacità di fondere qualità personali per costruire progetti originali che hanno contribuito all’arricchimento di uno strato cittadino purtroppo tenuto al margine.

Ferrara muore, giorno dopo giorno, ogni volta che queste persone dotate di talenti innati abbandonano la loro vocazione a seguito dell’indifferenza locale.

Noi, come Ferrara By Night, a tal proposito abbiamo sempre ritenuto che il nostro portale dovesse diventare un palco virtuale in piazza, dove ognuno avesse la possibilità di esibirsi, di rendersi visibile in modo che le proprie qualità potessero essere apprezzate dalla collettività.

Sono però amareggiato dalle singolari critiche fatte dai “soliti noti” che hanno dubitato della nostra attività di beneficenza, a tal proposito infatti pubblichiamo le scansioni del versamento del valore di 1.100 € (ricavi netti della manifestazione) e della lettera ricevuta dalla Lega Disabili in modo da poter immediatamente placare gli animi dei critici diffidenti e mai propositivi.

Grazie Luca Marchetti, grazie Carlos Dana per la fiducia riposta in noi. FerraraByNight continua!

Michele Lecci
Presidente di “Ferrara By Night”

 

In basso, la scansione del versamento e la lettera della Lega Disabili

comunicato-together-articolo

Versamento


together articolo