Dell’eclettismo ha fatto il nodo centrale della propria carriera, dal brit-pop all’elettronica, dai suoni tribali all’ultima idea di farsi compositore di un brano di musica classica.

E la colonna sonora per il “Suspiria” di Guadagnino, con tanto di nomination all’Oscar. Il 18 luglio prossimo Thom Yorke sarà in piazza Castello per la nuova edizione di Ferrara Sotto le Stelle, che riabbraccia l’artista inglese sedici anni dopo il concerto dei suoi Radiohead.

Il tour estivo prende il nome dal secondo album da solista, “Tomorrow’s modern boxes”, che ha ormai cinque anni sulle spalle, ma nel frattempo Yorke si è dedicato a una vasta produzione parallela a quella dei Radiohead, compreso il disco con la band degli Atoms for Peace.

Saranno proprio queste le canzoni che porterà sul palco di Ferrara in estate, con la collaborazione del produttore di lunga data Nigel Godrich e il visual artist Tarik Barri a completare lo spettacolo. Suoni, luci, sensazioni, nello show di Thom Yorke, che s’arricchirà anche di “Suspirium”, il brano scritto appunto per il remake di “Suspiria” e già premiato come miglior canzone originale ai Soundtrack Stars Awards 2018.

Il cantante dei Radiohead in estate in Italia sarà anche a Barolo, Codroipo, Perugia e Roma. I biglietti per la data di Ferrara saranno disponibili dalle ore 10 di venerdì 25 gennaio a 50 euro più prevendita. Yorke si aggiunge ai nomi già annunciati per l’edizione 2019 di Ferrara Sotto le Stelle, Soap&Skin il 25 giugno e Tash Sultana il 22 luglio.