L’ultimo DPCM prevedeva, senza nominarle esplicitamente, la chiusura delle biblioteche. Un brutto colpo essendo uno punto di riferimento culturale, oltre che un centro di aggiornamento, per città e provincia. Ma le biblioteche non si sono abbattute e hanno creato il servizio di prestito take away. Vai, ritiri e te lo porti a casa.

La prenotazione avviene attraverso il sito web https://bibliofe.unife.it/SebinaOpac/Opac.do o telefonicamente, o via mail. In modo da ritirarli in modo rapido e sicuro, dopo aver concordato l’orario, all’ingresso.

Ariostea (0532 418202):

Lunedì – venerdì dalle 9 alle 18

Sabato dalle 9 alle 12, 30.

Casa Niccolini (0532 418231):

Martedì, mercoledì e giovedì dalle 14. 30 alle 18. 30

Mercoledì e sabato dalle 9 alle 12.30.

Biblioteca Bassani (0532 797477 e 0532 797414):

Martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 9 alle 13

Mercoledì e giovedì dalle 15 alle 18, 30.

Dal martedì al sabato dalle 9 alle 13

Martedì, mercoledì e giovedì anche dalle 15 alle 18, 30. S

portello Spid: martedì dalle 15 alle 18 e mercoledì 9 –13.

Biblioteca Rodari (0532 904220):

Giovedì dalle 14, 30 alle 18, 30, sabato dalle 9 alle 13.

Nelle biblioteche Luppi (Porotto) e Tebaldi (San Giorgio):

Prestiti e restituzioni non sono possibili per la mancanza di locali adatti alla quarantena libri.

Comacchio attivo il servizio “libri da asporto”, ritirando i libri chiesti in prestito (previo appuntamento) all’ingresso di Palazzo Bellini in via Agatopisto.

Le prenotazioni si fanno allo 0533. 315882 o via mail a prestitibiblioteca@comune. comacchio. fe. it –