“Sorelle di tutte le nazioni unitevi”: qualcosa sull’omofobia del professor Rossi


Zoe

Il professore emerito della Pantheon University, George Roces, ha provato a rispondere al suo post, ma ha solo peggiorato le cose

Vanna Kravaris




1000 opinioni

Con due post omofobi (il secondo in risposta ai commenti del primo), l’accademico e membro del KKE ha provocato reazioni, Giorgio Rocce. Non molti sembrano essere caduti dalle nuvole, considerando che reazioni del genere da parte di Roces sono prevedibili. Sembra che abbia deciso così di commentare la candidatura di Stefanos Kasilakis, dichiaratamente gay, alla guida di Syriza. Ricordiamo che questa non è la prima volta che il signor Roces si trova coinvolto in situazioni ormai superate. All’inizio dell’anno, volendo commentare i leader politici del Partito Nuova Democrazia, (fino ad allora) SYRIZA e PASUK-KENAL, ha scritto un articolo un po’ banale che riproduceva alcuni dei cliché più grafici.

Il signor Roces ha pubblicato una foto di due uomini, forse per orgoglio, e ha scritto:

“Le informazioni reali mi dicono che presto verrà creato un partito chiamato OACE (Sorelle di tutti i paesi unitevi), che mira a sostituire i “Proletari di tutti i paesi” di legno con l’orgoglio gay di classe superiore”, ha dichiarato.

Non c’è bisogno di commentare, gli utenti di Facebook hanno detto tutto nella sezione commenti. Indicativo:

Sì, il post è umoristico (se non giudichiamo l’umorismo da come è presentato bene e se è effettivamente in grado di far ridere qualcuno), con alcuni che lo sottolineano, citando (è diventato di moda ultimamente classificare tutta la satira, spesso dimenticando satira infruttuosa) Aristofane. Tuttavia, non tutti sono commentatori e autori satirici. Non importa quale sia l’immagine che hanno di sé (che spesso è illusoria), di solito è comune e lieve con l’omofobia.

READ  Il Napoli vince lo scudetto per la prima volta in 33 anni notizie di calcio

Non pentito anche nel secondo post

Roces torna con un nuovo articolo. impenitente. Ha pubblicato una foto di Alexis Tsipras dal film Pride e ha scritto:

Il termine omofobia da cui deriva
Il termine inglese omofobia deriva etimologicamente dalle parole greche omos (simile) e fobia.

1. Letteralmente omofobo, questo non vale per nessuno.

2. Il Fronte dell’Orgoglio della Classe Superiore LGBT, al quale partecipano tutti i partiti civici e l’Ambasciatore degli Stati Uniti, è stato creato come contrappeso disorientante alla lotta di classe.

3. Coloro che presentano la privacy sessuale come un vantaggio sono quelli che negano la parità di trattamento. omosessuali e omosessuali”.

Alcuni commenti:

I nostri preferiti personali in WTF:

Speriamo nell’ironia:

Ci auguriamo anche che il KKE prenda le distanze da queste battute antiquate 🙂

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply