Termina con un risultato più che soddisfacente la 33esima edizione del Ferrara Buskers Festival, nonché la prima in assoluto organizzata con ingresso contingentato in 5 location accuratamente scelte, in modo da garantire il distanziamento sociale e tutte le norme previste per gli eventi all’aperto.

Il Ferrara Buskers Festival ha dato fuoco alle polveri il 26 agosto con le esibizioni di 3 gruppi buskers che a turno si sono esibiti in 3 balconi del centro storico di Ferrara. Marco Sbarbati, AmbraMarie e Daiana Lou hanno ricordato i momenti durissimi della quarantena quando la nostra unica via di libertà erano le finestre i balconi, e la nostra compagnia erano la musica del quartiere. La serata del 26 ci conclude con l’incredibile performance di Gianna Nanni dal Castello Estense di Ferrara. L’artista sienese si esibita regalando ai passanti una serata indimenticabile.

Il 27, il 28 e il 29 parte ufficialmente il Ferrara Buskers Festival con 5 location allestite e predisposte al godersi i buskers in totale sicurezza. Infatti all’ingresso di ogni location, a ogni partecipante è stata misurata la febbre, fatto firmare l’autocertificazione e infine la sanificazione della mani.

L'immagine può contenere: una o più persone e notte
L'immagine può contenere: 1 persona, testo
L'immagine può contenere: 1 persona

Il Ferrara Buskers Festival termina il 30 agosto diventando Illimited, quindi avviando una diretta streaming dove artisti buskers provenienti da tutto il mondo hanno avuto modo di esbirsi.

Durante lo streaming si è esibito anche il Direttore Artistico Stefano Bottoni presentando il suo ultimo singolo, e Alan Fabbri con alcune cover di Fabrizio de Andrè.