Alzi la mano chi non ha mai fatto un selfie!

Questa moda che è arrivata a contagiare anche la notte degli oscar ed il nostro maestro della fotografia Beppe Busto, nasconde però un lato oscuro che non ti aspetti.

Mostrarsi su Istagram, Twitter e su qualsiasi altro social media sta mutando il modo in cui le persone si vedono, soprattutto i giovani.

A sostenerlo sono i membri dell’American Academy of plastic and Reconstructive Surgery in una ricerca: costoro rilevano un aumento del 10% delle richieste di piccoli interventi al volto, soprattutto negli under 30.

“I social network – spiegano- hanno creato nuovi complessi estetici ed un occhio molto più severo verso la propria immagine”.

Stabilire un preciso nesso causa-effetto partendo dall’avanzata dei social network fino ad arrivare alla chirurgia plastica è un percorso azzardato o quanto meno parziale, fino a quando continueranno ad esistere editor come Photoshop,  l’immagine sui social potrà essere salvaguardata a costo zero anche se in maniera un po’ truffaldina.