E’ frutto di un lavoro di restauro lungo e accurato la nuova immagine con cui Palazzo Massari si presenta alla città.

Un ritorno ai suoi colori originari, scoperti grazie ai saggi stratigrafici compiuti in collaborazione con l’Università di Ferrara, con l’abbandono del rosso intenso al quale erano abituati gli occhi dei ferraresi e lo sfoggio di tinte più tenui, tra cui il bianco di alcuni profili.

“La presentazione della facciata completamente rinnovata e riportata ai colori originari – ha sottolineato l’assessore Modonesi – rappresenta l’ultimo significativo passaggio di questa prima fase di recupero post sisma di Palazzo Massari e Palazzina Cavalieri di Malta, partita nell’ottobre 2016 e in conclusione entro questa estate, per una spesa di 2.600.000 euro di cui 1.600.000 finanziati dalla Regione con fondi per il sisma e un milione con fondi assicurativi riscossi dal Comune di Ferrara sempre per il sisma”.