Nuova analisi del DNA di Ötzi: era più oscuro e più solido di quanto pensassimo


Uno studio sui risultati delle nuove analisi è stato pubblicato mercoledì sulla rivista scientifica Cell Genomics. Fino ad ora, si pensava che Ötzi fosse più luminoso durante la sua vita, ma si dice che la sua mummia si sia oscurata con il tempo. Foto: EPA

Così è raffigurato Otzi nel Museo di Bolzano.  I nuovi risultati dello studio mostrano che l'imaging potrebbe non essere del tutto corretto.  Foto: EPA
Così è raffigurato Otzi nel Museo di Bolzano. I nuovi risultati dello studio mostrano che l’imaging potrebbe non essere del tutto corretto. Foto: EPA

I primi studi sul famoso cadavere mummificato di Ötzi, scoperto casualmente nel 1991 da un turista tedesco nelle Alpi in Italia vicino al confine con l’Austria, hanno mostrato tracce genetiche dei pastori delle steppe dell’Europa orientale 5000 anni fa. Tuttavia, un nuovo studio non supporta più i risultati del 2012.

Le sue radici risalgono all’odierna Türkiye
I ricercatori affermano che la tecnologia è avanzata dal primo studio e che hanno decodificato molti degli interi genomi di altri europei preistorici. Ciò ha permesso di confrontare il record genetico di Ötzi con quello dei suoi contemporanei. Gli scienziati hanno scoperto che l’Uomo venuto dal ghiaccio condivide una discendenza più comune con i primi agricoltori anatolici che con i suoi contemporanei europei.

I geni di tre gruppi sono oggi presenti nella maggior parte degli europei: agricoltori dell’Anatolia, cacciatori dell’ovest e allevatori di bestiame dell’est. La linea genetica di Otzi deriva per il 92% dal gruppo anatolico, quasi senza mescolanza con altri gruppi.

Giovanni Krause Lo ha detto il dipartimento di antropologia evoluzionistica del Max Planck Institute in Germania L’analisi del genoma ha rivelato caratteristiche fenotipiche come l’elevata pigmentazione della pelle e il colore degli occhi scuri, che sono in netto contrasto con le precedenti ricostruzioni che mostravano un maschio dalla pelle chiara e dagli occhi chiari. Il DNA prelevato dall’anca di Ötzi è stato utilizzato per l’analisi.

A 45 anni non ha più la criniera
I ricercatori hanno affermato che l’immagine precedente di Ötzi è sbagliata anche riguardo ai suoi capelli, perché come uomo nella sua età matura molto probabilmente non ha più capelli lunghi e folti in testa, e inoltre, i suoi geni indicano una tendenza a diventare calvo. .

READ  New York: Aria dell'Italia Francese a Ramboldi | Il blog di Jill Podlowski

Fatale per lui è stata la freccia che qualcuno gli ha scagliato alla schiena; Aveva 45 anni al momento della sua morte. Accanto al suo corpo nella neve sono stati scoperti anche un’ascia, un arco e un cappello da orso. Oggi è conservato ed esposto nel Museo Archeologico dell’Alto Adige a Bolzano.

Da quando il corpo mummificato di Ötzi è stato scoperto nel 1991, sono emersi nuovi dettagli della sua vita ed è diventato una specie di celebrità, soprattutto nella zona. Tra l’altro, nel 2018 è stato realizzato un film sulla base delle informazioni finora note sulla sua vita pupazzo di neve (pupazzo di neve).

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply