Il primo contatto con Max Fogli è stato tramite Facebook, la risposta è avvenuta subito, direttamente dalla fabbrica dove il rapper lavora:”Adesso sono al lavoro sul muletto, manca un’ora alle ferie, sentiamoci dopo”, mi risponde in maniera entusiasta, e allora aspettiamoli questi sessanta minuti per farci dire qualcosa sul suo nuovo video.

Nei giorni scorsi, infatti,  è uscita la canzone “Vivo solo, muoio solo”, con la partecipazione della cubista/modella Sara Noli , la traccia anticipa il quarto album “Crisi esistenziali”.

Una doppia dimensione quella di Max, oltre alla carriera ‘solista’, insieme al socio Gordo, ha girato l’ Italia Live, ed ha firmato un contratto discografico con la label romana “Xtreme records”, capitanata dal rapper CaneSecco. Da questo contratto nascerà l’album Comacchio Valley realizzato, appunto, insieme al collega ed amico Gordo.

“Vivo solo, muoio solo, come tutte le mie produzioni, è pienamente autobiografico ed in preda al mio egotrip”.

Max non ha mai fatto segreto delle proprie origini e della propria vita, trascorsa in quel di Comacchio e dell’inferno della vita dell’operaio, incarnandone il riscatto, la redenzione di chi il suo tempo deve concederlo ai turni, ma una volta finiti, si dedica alle sue vere passioni. Alla faccia delle otto ore di lavoro.

“La regia è stata affidata a Poka Graphics” – ricorda il rapper di Comacchio, fresco del trentesimo compleanno – “In questo videoclip vi riassumo tre anni in tre minuti”.