Mauritania: alla scoperta del potenziale del porto di Tanit a margine del Salone Internazionale della Pesca Professionale

Il Porto di Tanit ha ricevuto la visita di partecipanti, attori del settore ed esperti di SEAFOOD, la fiera internazionale della pesca marittima professionale in Africa tenutasi dal 14 al 16 dicembre 2023 in Mauritania. Questa iniziativa, realizzata da Financial Afrik in collaborazione con le autorità portuali, è stata dedicata alla scoperta del porto e delle sue potenzialità.

SEAFOOD Highlights 2023 e foto della visita al porto di Tanit. https://www.flickr.com/gp/financialafrik/gY8QXu08v1

Il porto di Tanit si trova a 60 km a nord di Nouakchott, è stato fondato nel 2018 ed è diventato operativo nel 2009. Comprende un porto insulare in grado di accogliere 400 unità di pesca, un molo di arrivo lungo 550 metri, vari edifici per lo sfruttamento e la lavorazione il pescato, e un porto per la produzione di energia. Impianto e impianto di dissalazione dell’acqua di mare.

Questo complesso portuale offre “tutti i servizi di movimentazione, logistica, rifornimento e rifornimento per le imbarcazioni che partono per la pesca e ritornano qui”. Ahmed Khatri, direttore generale, ha detto ai partecipanti che il porto si trova in una zona economica speciale designata per gli investitori, che è una zona industriale.

Questo porto collega l’Europa all’Africa attraverso il Marocco e funge da ponte tra Nouadhibou e Nouakchott. La sua superficie è di 1.000 ettari destinati agli investimenti, di cui 250 destinati all’edilizia abitativa.

associazione

Le autorità portuali hanno spiegato, durante la visita guidata, che “la Mauritania sta attraversando una fase di vendita come destinazione Internet per attirare investitori e creare un tessuto economico che genererà opportunità di lavoro, ricchezza e incrementerà la crescita”.

Da sinistra a destra. Sullo sfondo Alhaji Ibrahim Zia, amministratore delegato di Financial Afrik; Ahmed Khatri, Direttore Generale del Porto di Tanit; In primo piano, Divaika Kyemba Dina, Presidente del Centro Europeo-Africano (CEA); Fatima Al-Fil, presidente del Consiglio delle donne imprenditrici della Mauritania.

In occasione della visita, Fatimetou Elvil, presidente del Consiglio mauritano per gli affari femminili, ha firmato una convenzione con il Centro EURO-AFRICA (CEA), rappresentato da Diva Kiemba Dina, presidente di questa organizzazione, ma non redditizia, con sede in Spagna. Uno dei compiti principali del centro è quello di fungere da punto d’incontro tra Africa ed Europa al fine di rafforzare le relazioni educative, economiche e culturali tra i due continenti. Una visione di cui è parte la partnership siglata tra le due parti.

READ  30 Le migliori recensioni di Tappetino Yoga Antiscivolo testate e qualificate con guida all'acquisto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply