A cura di Valentina Scirpoli, 19 Febbraio 2014

 

Dal 22 Febbraio al 15 Giugno, Palazzo Diamanti ospiterà la mostra di uno dei più grandi artisti di sempre.

Più di 100 opere, tra dipinti e sculture, saranno ospitate dalla Città Estense per quasi quattro mesi.

“Quel che più mi interessa non è né la natura morta, né il paesaggio, ma la figura.  La figura mi permette ben più degli altri temi di esprimere il sentimento, diciamo religioso, che ho della vita” scriveva Henri Matisse nel 1908. Proprio la “figura” sarà il tema della mostra di Palazzo Diamanti.

Come è noto infatti, l’artista dei Fauves, fu capace di innovare molteplici generi artistici con il suo genio, ma la l’interesse maggiore fu per la rappresentazione delle figure.

Tutto ruota attorno alla figura, o meglio, parte da essa. Gioia e vivacità scaturiscono dai soggetti ritratti in un contesto che prende vita proprio in funzione di essi.

Quasi l’intera carriera del pittore fu caratterizzata dalla ricerca della tecnica perfetta che rendesse al meglio la gioia, il mistero ed il fascino dei volti, soprattutto femminili.

Tecnica che si definì col tempo grazie all’accostamento di tinte forti ed alla eccezionale semplificazione delle idee e delle forme che sono poi i tratti distintivi del grande genio creativo di Matisse.

Appuntamento a Palazzo Diamanti allora dal 22 Febbraio al 15 Giugno con il genio della “figura”.