“Le multe regnano sovrane”: una provincia cinese impone una sanzione per “comportamento incivile” per chi sta seduto a gambe incrociate mentre mangia e non rifa il letto, dividendo le opinioni online

Un governo provinciale cinese ha introdotto un nuovo sistema di multe per i cittadini, imponendo sanzioni a chi non porta a termine i lavori domestici di base, innescando un intenso dibattito in tutto il Paese.

La contea di Buge, nella provincia del Sichuan, nel sud-ovest della Cina, ha dichiarato che imporrà una multa di 10 yuan (1,4 dollari) a chi non rifa il letto o non lascia i piatti non lavati. È stata inoltre aggiunta una multa di 20 yuan per chi si accovaccia mentre mangia.

La nuova politica, intitolata “Standard precisi per il nuovo ambiente rurale per gli insediamenti umani”, mira a migliorare le condizioni di vita e dettaglia 14 categorie di comportamento soggette a multe.

Altre sanzioni includono una sanzione di cinque yuan se i funzionari scoprono ragnatele intatte. Se il cortile contiene disordine o feci, si rischiano multe che vanno da tre a 10 yuan a seconda della gravità della situazione.

L’avviso sottolinea che le sanzioni saranno raddoppiate per violazioni ripetute.

Il vicedirettore del villaggio ha insistito al The Paper il 14 novembre sul fatto che le nuove multe erano ancora in fase di elaborazione, ma l’obiettivo era quello di affrontare il problema prevalente delle “condizioni di vita sporche, caotiche e disorganizzate”.

“Quando si visita la casa di un contadino, le condizioni sono spesso tutt’altro che presentabili: l’ambiente è sporco e disordinato, caratterizzato da ragnatele, persone che mangiano per terra, con molte zanzare e cani nelle immediate vicinanze.

“Ad essere onesti, le multe non possono risolvere efficacemente questi problemi. Usiamo le multe come mezzo di deterrenza”, ha detto.

Il vicedirettore ha aggiunto che il governo intende reinvestire il denaro raccolto nella comunità.

READ  La prima di oggi del Circo Acquatico Bonaccin – Thestival

“Ad esempio, se una famiglia viene multata di tre yuan, utilizzeremo quella somma per comprarle una scopa. Se la multa è di 10 yuan, compreremo loro una bacinella. Il nostro obiettivo è cambiare queste abitudini dannose, che è una cosa molto compito difficile”, ha aggiunto.

Un altro membro dello staff ha detto al Dahe Daily che le cattive condizioni di vita aggravano la diffusione della malattia e che la provincia di Puge non è il primo posto a imporre tali multe.

Lo sviluppo economico nella prefettura autonoma di Liangshan Yi, sempre nel Sichuan, si trova in una delle regioni più povere della Cina ed è un argomento popolare nei media statali della Cina continentale.

La regione compare spesso nelle storie sul successo dei piani cinesi volti ad alleviare la povertà e rivitalizzare le campagne.

Su questo tema l’opinione pubblica è divisa.

Alcuni vedono tale sorveglianza come un superamento dell’autorità governativa.

“Sembra che il governo locale interferisca in ogni aspetto della vita delle persone, controllando anche se hanno rifatto i letti o meno”, ha detto un osservatore online.

Un altro ha messo in dubbio lo scopo delle multe, sottolineando con sarcasmo che la città “guadagna nel modo giusto e le multe la fanno da padrone”.

La mossa ha diviso l’opinione sui social media nel continente, con alcuni che sostengono che sia l’unico modo per risolvere il problema.  Immagine: Shutterstock

Tuttavia, altri sostengono che le sanzioni fossero giustificate nel contesto della rivitalizzazione rurale e della riduzione della povertà.

“Atteggiamenti atroci incoraggiano sempre politiche oltraggiose”, ha detto una persona.

“Chiunque abbia visitato la prefettura autonoma di Liangshan Yi troverà probabilmente questi requisiti molto ragionevoli. Lavorare a livello di base è molto più difficile di quanto la maggior parte delle persone immagini.

READ  30 Le migliori recensioni di Cuscini Per Sedie Da Cucina testate e qualificate con guida all'acquisto

“In alcuni luoghi poveri, il cambiamento dei costumi e delle tradizioni richiede l’intervento di forze esterne. A parte le multe, potrebbe non esserci soluzione migliore”, ha affermato un altro. – South China Morning Post

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply