L’attacco ha interrotto i piani di Israele di normalizzare le relazioni con i paesi del Medio Oriente



In un’intervista all’agenzia di stampa tedesca, un membro di alto rango del movimento palestinese Hamas ha affermato che l’attacco a Israele ha contribuito a ritardare la risoluzione delle relazioni dello Stato ebraico con i paesi del Medio Oriente.

Osama Hamdan, membro dell’ufficio politico di Hamas, ha dichiarato all’agenzia di stampa tedesca (DPA) a Beirut: “L’operazione di resistenza ha contrastato un tentativo israeliano di infiltrarsi nella regione e violare i diritti dei palestinesi con il pretesto della normalizzazione”.

In risposta alla domanda se Hamas avrebbe effettuato nuovamente la stessa operazione contro gli israeliani, Hamdan ha detto: “Siamo un movimento di resistenza e finché esisterà l’occupazione, continueremo la nostra lotta”. Ha detto che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu sta “lavorando per porre fine alla questione palestinese”. Ha anche affermato che Hamas voleva solo catturare i soldati israeliani nell’attacco del 7 ottobre.

Hamdan ha detto che i civili sono stati tenuti in ostaggio da altri, ma non ha detto chi nello specifico.

Nel 2020, gli Emirati Arabi Uniti e il Bahrein sono stati i primi due paesi del Golfo a firmare un accordo per stabilire relazioni diplomatiche con Israele. Questi accordi erano considerati un’alleanza contro l’Iran, sebbene anche gli interessi economici di questi paesi siano importanti. Prima di ciò, solo l’Egitto e la Giordania mantenevano relazioni diplomatiche con Israele.

L’Arabia Saudita, considerata uno dei principali sostenitori dei palestinesi, ha sospeso i colloqui guidati dagli Stati Uniti sulla possibile normalizzazione delle relazioni con Israele a causa del bombardamento della Striscia di Gaza. Ma un ministro saudita ha detto oggi che esiste ancora una possibilità di riavvicinamento tra l’Arabia Saudita e Israele.

READ  30 Le migliori recensioni di Telo Raccolta Olive testate e qualificate con guida all'acquisto

Anche John Kirby, portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, ha affermato la scorsa settimana che la parte saudita è ancora interessata a tenere colloqui sulla normalizzazione delle relazioni.

Distruzione nella Striscia di Gaza il 24 ottobre. Foto: Associated Press/Hatem Ali

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply