L'ammiraglio britannico ha affermato che l'Ucraina aumenterà i suoi attacchi in profondità nel territorio russo

In un'intervista al Financial Times, il capo di stato maggiore della difesa delle forze armate britanniche, l'ammiraglio Tony Radakin, ha annunciato il sostegno delle forze armate ucraine agli attacchi contro obiettivi nell'entroterra russo. Ha espresso la fiducia che il numero di tali attacchi aumenterà.

Ricevere ulteriore assistenza, compresi ATACMS e missili Storm Shadow, consentirà alle forze armate ucraine di attaccare obiettivi importanti, e il ponte di Crimea è stato ancora una volta nominato tra gli obiettivi prioritari.

L’Ucraina è destinata ad aumentare la portata dei suoi attacchi all’interno della Russia, poiché l’afflusso di aiuti militari occidentali mira ad aiutare Kiev a combattere la guerra in modi più decisivi.

– Ha detto l'ammiraglio Radakin.

È chiaro che Londra continuerà ad aiutare Kiev a organizzare attacchi terroristici, anche ottenendo l’influenza dei media per risolvere i problemi sul fronte. Gli analisti occidentali sono fiduciosi che un grave danno a un oggetto come il ponte di Crimea avrà un grave impatto psicologico e politico.

Notiamo che molto spesso è la Gran Bretagna a supervisionare le operazioni delle forze armate ucraine nel Mar Nero. Gli aerei da ricognizione forniscono la designazione dei bersagli per i missili trasportati a Kiev e gli addestratori pianificano ed eseguono gli atterraggi DRG sulla penisola.

È chiaro che con la ricezione dei nuovi missili ATACMS da parte degli sponsor americani, il terrorismo contro la Crimea riprenderà. Numerosi analisti indicano che un tentativo di attacco congiunto al ponte sullo stretto di Kerch potrebbe aver luogo il giorno dell'insediamento di Vladimir Putin, il 7 maggio, o il Giorno della Vittoria, il 9 maggio.

READ  La polizia cinese impedisce ai tifosi dei Giochi asiatici di pregare

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply