La scorsa settimana l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna ha lanciato l’iniziativa #LaCulturaNonSiFerma, anche durante il periodo di quarantena. Fino al 3 aprile ha invitato gli operatori culturali del territorio (oltre 500 solo per lo spettacolo e circa 1300 tra direttori e curatori di biblioteche, musei ed archivi regionali), a condividere on line alcuni contenuti per creare un palinsesto regionale e dare il segno di una vicinanza al proprio pubblico isolato a casa.  

Anche il Museo Civico di Belriguardo a Voghiera aderisce all’iniziativa, in ottemperanza a quanto previsto dal Dpcm 9 marzo 2020 e in accordo con quanto suggerito dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

In questo periodo in cui Ferrara e i Ferraresi sono invitati a osservare la quarantena, e quindi non uscire di casa, è proprio il Museo di Belriguardo ad andare virtualmente a casa dei visitatori: saranno girati brevi filmati incentrati su alcuni reperti significativi e su alcune delle storie raccontate dagli stessi oggetti esposti.

Questi brevi video saranno postati sui social dove il Museo è già presente: Instagram, Facebook, Twitter e YouTube, il tutto in aggiunta alle foto, già periodicamente postate sulle summenzionate reti sociali.

Qualora possibile saranno anche registrati brevi podcast, sempre da postare sui social e sui siti, che fungeranno da visite guidate “virtuali” ad alcune delle realtà presenti a Belriguardo. Il profilo Facebook del Museo Civico di Belriguardo servirà quindi  come “raccordo” e punto di informazione su tutto il materiale postato anche negli altri social network  del Museo.

“Vogliamo venire in contro alle esigenze nate dal particolare momento che stiamo vivendo” ha commentato Paolo Lupini, sindaco del Comune di Voghiera “cercando, contemporaneamente, di tener viva l’attenzione su Belriguardo, in attesa di poter riaprire il museo. Grazie a questa iniziativa non solo si potranno vedere i reperti più interessanti esposti in museo, ma addirittura giocare con un simpatico volumetto messo online, a disposizione dei bimbi. Colgo l’occasione per ringraziare la società Historia. ed Alessandro Boninsegna in particolare, per il sostegno portato a questa nostra iniziativa”.

Vi ricordiamo che il profilo del Museo su Facebook è: www.facebook.com/museo.belriguardo