millemiglia articolo_2 

Giovedì 16 maggio ha fatto tappa a Ferrara la 31^ edizione della “Corsa più bella del mondo”, la rievocazione storica della gara tra le auto d’epoca che è partita da Brescia per far tappa a Ferrara e Roma dove ci sarà il giro di boa per il ritorno.

Teo Teocoli ha aperto la serata come ospite a sorpresa. Il pubblico, troppo lontano dal palco per poter vederlo vedere, causa i numerosi gazebo occupati dai partecipanti alla cena di Gala in Piazza Trento Trieste, ha ascoltato il cabarè del comico. Le imitazioni che ne hanno caratterizzato la carriera, da Cesare Maldini ad Adriano Celentano passando per Maurizio Costanzo hanno intrattenuto i presenti in attesa dell’arrivo delle vetture.

La pioggia incessante ha segnato la partenza della gara creando non pochi disagi agli organizzatori ed alle auto, veri cimeli dell’automobilismo internazionale che hanno avuto problemi di elettronica. Per non parlare dei poveri autisti costretti a guidare sotto la pioggia le vetture senza copertura. “Nonostante la pioggia l’Italia è un posto magnifico e ci stiamo divertendo” è stata la dichiarazione più gettonata dai vari partecipanti alla gara ai microfoni dei due presentatori della manifestazione Rossella Labate e Nicola Borsetti.

Le Ferrari del tanto atteso “Ferrari Tribute to 1000 Miglia” non hanno deluso le aspettative e sono arrivate in città rombando e facendo sognare un po’ tutti gli appassionati delle quattro ruote, che esultavano ad ogni rombo di motore, con pezzi di storia come la 330 GT 2+2, ma anche con i moderni gioiellini di casa Ferrari, le F12 e le F40.

Protagonisti della “Mille Miglia”, oltre alle storiche vetture d’epoca, gli equipaggiamenti dei vip tra cui Giuliano Canè, 10 volte vincitore della corsa alla guida di una Bugatti T 37; il modello di Dolce & Gabbana David Gandy alla guida di una Jaguar XK 120 OTS assieme alla lady di Simon dei Duran Duran, Yasmin Le Bon. Uno dei più attesi è stato però Daniel Day Lewis, vincitore di tantissimi premi tra cui l’Oscar come miglior attore per l’interpretazione di Lincoln.

Il pubblico era quello presente sempre a questo appuntamento, divenuto ormai irrinunciabile per Ferrara. Un folla immensa si è insediata nel cuore del centro storico, già dalle 20.00, per accogliere le storiche vetture provenienti dai musei delle più grandi case automobilistiche internazionali.

I disagi. Nonostante l’attaccamento di Ferrara a questa manifestazione non sono mancati, anzi, sono proliferati, i disagi dovuti alla circolazione. Numerosissime infatti le deviazioni e le strade chiuse al traffico a causa del passaggio della “Mille Miglia” già nella giornata di giovedì fino a venerdì, lamentele di genitori in difficoltà per accompagnare i figli a scuola o lavoratori infastiditi per le varie complicazioni nel raggiungere il posto di lavoro. Tra i commenti e le polemiche di ieri, anche cattivi auspici per gli automobilisti della manifestazione “Sono stata un’ora in coda per il passaggio delle auto. La pioggia? Ben gli sta!”, è stato il commento di una cittadina un po’ in collera, ma comunque tra il pubblico che ha assistito alla sfilata delle vetture, dimostrazione che nonostante tutto la “Mille Miglia” resta per definizione “La corsa più bella del mondo”.