La Grecia e l’Italia hanno il sistema più favorevole per i ricchi stranieri

Sistemi distintivi Imposta sul reddito Ah Grecia Quale Italia Per i ricchi stranieri e i miliardari lo è Il più generoso d’EuropaSecondo il suo rapporto Monitoraggio fiscale dell’UE.

Prendendo in considerazione quattro criteri – durata dello status, livello di esenzione fiscale, obbligo di attività per i residenti stranieri e livello di reddito – il rapporto rileva che La Grecia e l’Italia consentono significative agevolazioni fiscali per i ricchi stranieri per un lungo periodo di tempo.

Secondo il rapporto, ciò significa che regimi fiscali specifici possono portare a… A un calo maggiore delle entrate fiscali globalinonostante il fatto che le entrate potrebbero essere in aumento negli stessi paesi che hanno promulgato queste leggi.

Per stimare le perdite di gettito fiscale a livello globale, l’Osservatorio calcola le entrate aggiuntive che i paesi ospitanti stranieri riceverebbero se procedessero tutti contemporaneamente all’eliminazione dei regimi fiscali preferenziali.

Lo si è notato Negli ultimi anni, la Grecia ha adottato sistemi fiscali favorevoli per attrarre cittadini stranieri facoltosi. Sono attratti dal basso carico fiscale. Tale programma, menzionato nel rapporto, consentirebbe agli stranieri che investono almeno 500.000 euro in Grecia di ottenere un trattamento fiscale speciale per 15 anni.

Una proposta per tassare i miliardari

L’Osservatorio fiscale dell’Unione europea afferma che i governi devono lanciare un nuovo fronte contro l’evasione fiscale introducendo una tassa Tassa minima globale del 2% su 2.700 miliardari In tutto il mondo, compreso Si possono raccogliere 250 miliardi. dollaro Del loro patrimonio totale, stimato in 13mila miliardi. dollaro.

Oggi, le tasse personali che i miliardari pagano sono molto più basse rispetto agli altri contribuenti, perché possono investire i loro soldi in società di comodo ed essere quindi esenti dall’imposta sul reddito.

READ  Ritrovata in Italia un'antica città fantasma greca (foto + video)

Il direttore dell’Osservatorio ha affermato: “Dal nostro punto di vista, questo è difficile da giustificare perché c’è il rischio di minare la sostenibilità dei sistemi fiscali e l’accettazione sociale delle tasse”. Gabriel Zucmann.

Progressi nella lotta all’evasione fiscale negli ultimi anni

Sebbene una pressione internazionale concertata per imporre tasse sui ricchi possa richiedere anni, l’Osservatorio indica il successo della comunità internazionale nel porre fine all’evasione fiscale e nel limitare la capacità delle società multinazionali di trasferire i propri profitti verso i paradisi fiscali dopo aver concordato un’aliquota fiscale non inferiore superiore al 15%. % Compreso.

Lo scambio automatico di informazioni fiscali introdotto nel 2018 ha ridotto la ricchezza Detenuti nei paradisi fiscali offshore, secondo le stime dell’Osservatorio.

“Ciò che molte persone pensavano fosse impossibile, ora sappiamo che è effettivamente realizzabile”, ha detto Zucman, “il prossimo passo logico è applicare la stessa logica ai miliardari, non solo alle multinazionali”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply