La Francia ha ricordato al Cremlino di possedere armi nucleari e di aver testato con successo un nuovo missile balistico M51.3.

Quando il Cremlino parla attivamente di armi nucleari, è chiaro che spesso dimentica che non sono gli unici al mondo e che, oltre agli Stati Uniti o alla Cina, anche altri paesi, come la Francia, ne possiedono.

Solo allora il ministro della Difesa francese Sebastien Lecornu ha annunciato che il test del nuovo missile balistico intercontinentale M51.3 per sottomarini era stato condotto con successo. Main Arms Control ha mostrato un video del lancio:

Leggi anche: Chi avrebbe mai pensato che la Mongolia avrebbe collaborato con la NATO e avrebbe ricevuto JLTV dagli Stati Uniti

Il lancio è avvenuto da una piattaforma di lancio sperimentale a terra da un sito di prova vicino a Biscarros, nella parte sud-occidentale del Paese. Naturalmente il missile non trasportava una carica nucleare e il lancio è avvenuto in direzione dell’Oceano Atlantico.

Questo è stato il primo test del missile M51.3, sebbene sia esso stesso una nuova versione del missile M51, in servizio dal 2010 e che costituisce l’armamento principale di quattro sottomarini di classe Le Triomphant e il principale mezzo di lancio nucleare francese deterrenza. .

Sottomarino di classe Le Triumphant

Il propellente solido a tre stadi M51 ha un peso di 52 tonnellate, una lunghezza di 12 e una larghezza di 2,3 metri. La gittata del missile non è stata rivelata ufficialmente, ma è stimata in 8-10mila chilometri. Una tale portata è abbastanza sufficiente affinché un attacco da una zona di lancio condizionale nel Nord Atlantico raggiunga anche Vladivostok, a differenza di Mosca.

Attualmente in Francia sono operative due versioni dell’M51: l’M51.1 con testata separata per 6-10 blocchi TN 75 con una capacità di 110 kilotoni. L’ultima versione, l’M51.2, è dotata di una nuova testata nucleare TNO (Tête nucléaire océanique) con una potenza stimata di 100 kilotoni e una maggiore precisione di 150-200 metri.

READ  30 Le migliori recensioni di Pellicola Finestre Privacy testate e qualificate con guida all'acquisto

Per quanto riguarda l’M51.3, i lavori sono iniziati nel 2014, ed è noto che questa modernizzazione mira a migliorare le capacità del terzo stadio del missile di penetrare le difese antimissile, per poi sostituire successivamente tutti i missili M51.1 e cambiare alla nuova generazione di sottomarini strategici SNLE 3G, che dovrebbe apparire a metà degli anni ’30.

In totale, la Francia dispone attualmente di quattro portaerei Le Triomphant M51, commissionate tra il 1997 e il 2010, ciascuna in grado di trasportare 16 missili balistici.

Leggi anche: Come la Gran Bretagna usa la sua “mano morta” per sferrare un attacco nucleare contro le “tecnologie della carta”



We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply