E’ firmata da Giovanni De Mauro, direttore de Internazionale, la lettera diretta al neo sindaco leghista Alan Fabbri, nella quale De Mauro auspica il proseguimento della collaborazione con la città di Ferrara, mantendo la propria indipendenza nella scelta delle tematiche.

“Sin dall’inizio abbiamo potuto lavorare nella più totale indipendenza: scelta degli argomenti, modo di affrontarli, ospiti da invitare.” – scrive il direttore – “Questa indipendenza si è manifestata in un modo molto semplice: i sindaci e gli assessori venivano a conoscenza del programma del festival solo leggendolo quando era già stampato. L’indipendenza è per noi fondamentale.”

Nessuna chiusura preventiva quella di De Mauro, che però conclude:

“Non abbiamo motivo di pensare che lei non voglia confermarci la stessa indipendenza che ci hanno garantito per dodici anni i suoi predecessori. […] Ma è inutile nascondersi che il risultato di domenica è stato storico, […] così come è inutile nascondersi che sono tante le questioni che ci dividono e su cui abbiamo posizioni opposte”.

La chiusura è un augurio di continuare a lavorare con la città di Ferrara e la relativa amministrazione “ancora a lungo”.

Dalla lettera dunque emerge un appello civile e pacato senza alcuna polemica, ora non resta che attendere la replica del neo Sindaco il quale, durante la campagna elettorale, ha più volte ribadito che tutto ciò che di positivo aveva fatto l’amministrazione sarebbe rimasto.