Il Nepal chiede alla Russia di non schierare i Gurkha nella guerra in Ucraina

Il Nepal ha invitato la Russia a smettere di inviare i suoi soldati Gurkha a combattere in prima linea in Ucraina dopo che una serie di perdite ha suscitato rabbia nel paese.

Sei soldati in servizio nell’esercito russo sono morti nella guerra di Vladimir Putin in Ucraina dal febbraio 2022, ha detto il primo ministro nepalese Pushpa Kamal Dahal.

“Il governo del Nepal ha chiesto al governo russo di restituire immediatamente i loro corpi e di pagare un risarcimento alle loro famiglie”, ha detto lunedì sera il ministero degli Esteri.

La dichiarazione aggiunge che il Ministero degli Affari Esteri nepalese ha affermato che sono in corso sforzi diplomatici per rilasciare un soldato nepalese dell’esercito ucraino dopo essere stato catturato mentre combatteva nell’esercito russo.

I Gurkha sono famosi da tempo per il loro coraggio e le loro abilità di combattimento sul campo di battaglia, e hanno prestato servizio negli eserciti britannico e indiano in base a un accordo tra i tre paesi sin dall’indipendenza dell’India nel 1947.

Lo stato himalayano, situato tra India e Cina, non ha un accordo del genere con la Russia.

Milan Raj Tuladhar, ambasciatore del Nepal a Mosca, ha affermato di ritenere che tra i 150 ei 200 nepalesi lavorassero come mercenari nell’esercito russo dall’inizio della guerra. Posta di Katmandu.

“Mandiamo quelli che vengono [in] comunicazione [with us] “Sono tornati in Nepal e hanno raccontato loro degli alti rischi associati all’arruolamento nell’esercito russo”, ha detto Tuladhar.

READ  Le organizzazioni orticole nell'Unione europea hanno espresso preoccupazione per le normative sugli imballaggi

L’ambasciatore ha detto che i giovani nepalesi vengono attratti da offerte finanziarie allettanti per combattere nella guerra e in realtà vengono contrabbandati in Russia.

“Riportavamo indietro almeno un cittadino nepalese ogni giorno. Venivano tutti portati in Russia per prestare servizio nell’esercito”.

“Se l’individuo non ha un passaporto nepalese, emettiamo un documento di viaggio e lo rimandiamo in Nepal”.

Il Ministero degli Affari Esteri nepalese ha esortato i suoi cittadini a non arruolarsi nell’esercito di nessun paese terzo al di fuori degli accordi internazionali esistenti e ha chiesto a Mosca di restituire i suoi cittadini.

Il rapporto afferma che i corpi dei due soldati nepalesi, Rupak Karki e Sandeep Thapaliya, erano già stati sepolti dopo essere stati uccisi intorno alla metà di luglio di quest’anno, mentre altri erano ancora all’obitorio.

Ciò avviene in un momento in cui Putin ha puntato a rafforzare la capacità delle sue forze di terra in Ucraina e la settimana scorsa ha firmato un decreto per aumentare il reclutamento di circa 170.000 soldati per un totale di 1,32 milioni, mentre la Russia ha subito perdite record nel suo continuo Guerra di 22 mesi. .

La campagna russa per attirare più reclute volontarie ha incluso annunci che promettevano ricompense in denaro, chiamate a freddo a uomini qualificati da parte dei reclutatori e collaborazioni con università e agenzie di servizi sociali per attirare studenti e disoccupati in tutta la Russia.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply