Il Messico è arrabbiato con l’Ecuador e “taglia immediatamente le relazioni diplomatiche”. Cosa diavolo è successo?

L'ex vicepresidente è incriminato con l'accusa di corruzione
È stato arrestato subito dopo aver ottenuto l'asilo

Il sesto giorno (ora locale), la polizia ecuadoriana ha scortato l'ex vicepresidente ecuadoriano Jorge Glas, incriminato per corruzione, al carcere La Roca a Guayaquil. Il quinto giorno, quando all'ex vicepresidente Glass, che si era rifugiato presso l'ambasciata messicana a Quito, capitale dell'Ecuador, è stato concesso asilo politico, le forze speciali della polizia ecuadoriana hanno fatto irruzione con la forza nell'ambasciata messicana e arrestato l'ex vicepresidente Glass. [사진 = AFP연합]

Il governo ecuadoriano ha dovuto affrontare una crisi di “isolamento diplomatico” nell’America centrale e meridionale quando è entrato con la forza nell’ambasciata messicana nel paese per arrestare un ex vicepresidente accusato di corruzione.

Secondo l'Associated Press e la Reuters, il 6 (ora locale), il Messico e il Nicaragua hanno annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche con l'Ecuador, e anche i principali paesi dell'America Latina hanno condannato l'ingresso forzato dell'Ecuador nell'ambasciata messicana.

Nella notte del 5 di questo mese, cioè il giorno prima dell'annuncio della rottura delle relazioni diplomatiche, la polizia ecuadoriana ha fatto irruzione nell'ingresso dell'Ambasciata del Messico in Ecuador, nella capitale Quito, ed è entrata con la forza nell'edificio, e ha arrestato l’ex vicepresidente ecuadoriano Jorge Glass, che chiedeva asilo politico dal dicembre dello scorso anno.

Secondo l'Ecuadorian Times, un media locale, l'ingresso forzato dei commando della polizia ecuadoriana è avvenuto poche ore dopo che il governo messicano aveva approvato l'asilo politico per l'ex vicepresidente Glass.

Jorge Glass, ex vicepresidente dell'Ecuador [사진 = 로이터 연합뉴스]
Jorge Glass, ex vicepresidente dell'Ecuador [사진 = 로이터 연합뉴스]

L’ex vicepresidente Glass è stato vicepresidente dal maggio 2013 alla fine del 2017 sotto le amministrazioni di sinistra di Rafael Correa e Lenin Moreno. È stato coinvolto in un diffuso scandalo di corruzione avvenuto in Sud America alla fine del 2017 ed è stato condannato a sei anni di carcere per aver ricevuto circa 13,5 milioni di dollari in tangenti dalla società di costruzioni brasiliana Odebrecht durante la procedura di gara per un contratto governativo.

READ  Vucic di Kotor: Non entreremo nell'Unione europea prima dell'Ucraina, e non prima di almeno sei anni - Politika

Successivamente, nell'aprile 2020, l'ex vicepresidente Glass, insieme all'ex presidente Correa e 17 ex funzionari, sono stati condannati separatamente a otto anni di carcere con l'accusa di concussione e corruzione per circa 8 milioni di dollari dal 2012 al 2016 in nome dei fondi elettorali. Delle aziende private che hanno partecipato a gare pubbliche

L'ex vicepresidente Glass è stato temporaneamente rilasciato nel novembre 2022, ma dopo che il presidente ecuadoriano di destra Daniel Novoa è entrato in carica quello stesso mese, alla fine del 2023 è stato emesso un mandato di arresto con l'accusa di appropriazione indebita dei fondi per la ricostruzione del terremoto della provincia di Manabi del 2016. È stato arrestato in Messico e si è rifugiato in… Ambasciata e richiesta di asilo politico.

Di conseguenza, nel marzo di quest’anno, il Ministero degli Affari Esteri ecuadoriano ha chiesto al governo messicano di collaborare all’arresto dell’ex vicepresidente Glass dopo essere entrato nell’ambasciata, ma il governo messicano ha rifiutato.

Il presidente messicano Andrés Manuel Lopez Obrador [사진 = 로이터 연합뉴스]
Il presidente messicano Andrés Manuel Lopez Obrador [사진 = 로이터 연합뉴스]

Il 6 di questo mese, dopo l’ingresso forzato, il presidente messicano di sinistra Lopez Obrador ha dichiarato sui social media: “La polizia ecuadoriana è entrata con la forza nella nostra ambasciata e ha arrestato l’ex vicepresidente del paese che chiedeva asilo a causa della persecuzione”. aggiungendo che “questo è una violazione del diritto internazionale”. Convenzione sulle relazioni diplomatiche e sulle ferite subite dai diplomatici messicani in Ecuador in questa operazione, il Messico dichiara l'immediata cessazione delle relazioni diplomatiche con l'Ecuador.

In questo giorno, anche il presidente nicaraguense Daniel Ortega, che governa con il pugno di ferro da 20 anni, ha alzato il livello delle critiche, descrivendo l'azione del governo ecuadoriano come “un atto di barbarie politica neofascista”. Anche altri paesi dell'America Latina, tra cui Brasile, Argentina, Uruguay, Perù, Cile, Venezuela e Cuba, hanno condannato l'ingresso forzato dell'Ecuador nell'ambasciata messicana.

READ  Giovedì il compito della gara "Misliša" era difficile: riuscirai a risolverlo? (Immagine) - Società

Secondo la Convenzione di Vienna firmata nel 1961, i dipendenti pubblici del Paese ospitante non possono entrare nelle strutture diplomatiche come le ambasciate senza l'approvazione del capo della struttura diplomatica. Nella comunità internazionale, ci sono pochi casi come quello dell'Ecuador in cui il governo del paese ospitante ha invaso con la forza le strutture diplomatiche di altri paesi di stanza nel suo paese. Nell’America centrale e meridionale non si registrano casi di violazione di domicilio in un’ambasciata dal 1981, quando Cuba fece irruzione nell’ambasciata ecuadoriana e arrestò dissidenti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply