I partiti di opposizione di Taiwan rimangono bloccati sulla proposta congiunta con l’avvicinarsi della scadenza elettorale

Il Partito popolare di Taiwan ha respinto la proposta del Kuomintang, il più grande partito di opposizione, di riprendere gli sforzi per formare un biglietto comune nel paese. Elezioni presidenziali del prossimo gennaio.

I due partiti si erano accordati per scegliere il candidato che sarebbe stato in cima alla lista sulla base di un’analisi dei sondaggi d’opinione, ma i colloqui si sono interrotti sabato a causa di un disaccordo su come interpretare tali sondaggi.

Martedì, Ho Yu-er, candidato presidenziale del KMT e sindaco di Nuova Taipei, ha suggerito che entrambe le parti nominassero i propri sondaggisti per confrontare i sondaggi, ma il capo del Partenariato Trans-Pacifico e candidato presidenziale Ko Wen-ji ha rifiutato questa proposta.

“All’epoca non c’era consenso [Saturday] …Che senso ha avere più conversazioni sullo stesso problema?” Huang Shanshan, responsabile della campagna di Ko, ha detto mercoledì in una conferenza stampa.

Ha detto che se le due parti tornassero al tavolo delle trattative, “l’attenzione sarà focalizzata sulla creazione di un meccanismo equo che i sostenitori di entrambe le parti possano accettare”.

03:24

Il candidato presidenziale taiwanese Lai Cheng-te ha scelto un inviato di fatto negli Stati Uniti come suo compagno di corsa

Il candidato presidenziale taiwanese Lai Cheng-te ha scelto un inviato di fatto negli Stati Uniti come suo compagno di corsa

Ha detto che da tempo la posizione del TPP è che quando si sfida un candidato del DPP, “è necessaria una squadra più forte, altrimenti permetterà solo a Lai Ching Tee di sedersi, rilassarsi e vincere la gara”.

Hwang non ha detto chi dovrebbe essere in cima alla lista, ma la maggior parte dei sondaggi d’opinione suggeriscono che Koo è almeno tre punti avanti rispetto a Ho in termini di sostegno popolare.

READ  30 Le migliori recensioni di Trasmettitore Ricevitore Bluetooth testate e qualificate con guida all'acquisto

Alla domanda se i colloqui fossero finiti, Huang ha detto: “Aspetteremo la loro risposta”.

L’ufficio elettorale di Ho ha successivamente accusato Ko di “violare l’accordo” firmato mercoledì della scorsa settimana, in cui si stabiliva che le due parti accettassero i risultati elettorali, con Ko che avrebbe accettato di dimettersi se i risultati fossero stati entro un margine di tre punti. è sbagliato.

“Speriamo sinceramente di risolvere le nostre divergenze… Ho si è impegnato ad aspettare fino all’ultimo minuto per formare il biglietto”, ha detto Ho Chih-en, un assistente senior della campagna di Ho.

L’ex leader taiwanese Ma Ying-jeou si unisce alla spinta per un biglietto comune alle elezioni presidenziali

Le due parti hanno iniziato i colloqui a metà ottobre, ma non è stato fatto alcun progresso finché l’ex presidente del KMT Ma Ying-jeou si è offerto di servire come testimone nei colloqui della scorsa settimana tra le due parti.

Huang ha detto che l’ufficio elettorale di Ko ha già ottenuto il modulo di registrazione del candidato dalla Commissione elettorale centrale “come previsto”.

Domenica, durante una manifestazione fuori Taipei, ha ribadito la promessa di Ko che “continuerà a combattere fino alla fine come candidato presidenziale del TPP”.

Hong ha anche discusso dei tre incontri che Koo ha avuto con un altro candidato, il miliardario Terry Gou, fondatore di Foxconn, da quando i colloqui sono falliti sabato.

Ha detto: “Dobbiamo riunire quante più forze di opposizione possibile… Una forza importante nel campo dell’opposizione”.

Il partito più piccolo ha rifiutato l’ultima offerta del candidato del KMT Hu Yu-er. Foto: Reuters

Joe, che sta cercando di candidarsi come indipendente, è attualmente in svantaggio rispetto ad altri candidati nei sondaggi di opinione. Ha raccolto abbastanza candidature dagli elettori per registrarsi come candidato presso la Commissione elettorale, ma non ha ancora completato il processo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply