Giovanni Allevi

 

 


 



domenica 22 aprile, ore 21

Teatro Comunale

GIOVANNI ALLEVI 

Il pianista presenterà i brani dell’ultimo album, ma anche brani passati che hanno contribuito a formare la sua carriera artistica  costellata da successi di pubblico e discografici.
Compositore, direttore d’orchestra e pianista, ha all’attivo sette album di proprie composizioni originali: “13 Dita” (1997), “Composizioni” (2003), “No Concept” (2005), “Joy” (2006), “Allevilive” (2007), per pianoforte solo, ed “Evolution” (2008) con l’orchestra sinfonica, “Alien” (2010), per pianoforte solo. Attraverso la musica vedo il mondo con gli occhi di un bambino. Sul palco veste in jeans e scarpe da tennis, non per rinnovare il look del musicista classico, ma per sentirsi completamente se stesso: per lui, quello che conta sono le note, tutto il resto è superfluo. Così Allevi diventa un fenomeno sociale, l’enfant terribile che ha lasciato annichilito il mondo accademico con il suo straordinario talento e carisma. Entra nell’immaginario collettivo delle nuove generazioni che affollano i suoi concerti, e con le quali ha instaurato un rapporto privilegiato, e, come lui afferma, misterioso. 
Attraverso la sua musica, Allevi offre una lettura nuova, estroversa e positiva del mondo contemporaneo, e ciò è testimoniato dal grande entusiasmo con cui è ovunque accolto dalle giovani generazioni.
 
 
Tra classica e jazz, il musicista italiano ha trionfato a New York.
 ….”la mia passione per la musica è travolgente, il successo può attendere”, dice Giovanni Allevi mentre suona tasti invisibili. E’ tenero come il silenzioso Schroeder di Charlie Brown, con i lunghi riccioli che gli ballano davanti agli occhiali e assecondando i movimenti del pianista che cerca di rubare allo strumento i suoni migliori. In assenza di pianoforte,con le lunghe dita tormenta il tavolo con scale indecifrabili mentre racconta gli ultimi mesi della sua complessa e avvincente storia di  concertista…. (Giuseppe Videtti – La Repubblica)
 
Allevi, un piano “apolide” lontano da ogni manierismo.
Partito dal virtuosismo pianistico di Chopin, Bach, Beethoven e Ravel, Giovanni Allevi è approdato ad un genere di musica fortemente pittorica di sua composizione non assimilabile al jazz, al pop e neppure alla classica contemporanea. Una terra di nessuno, dal punto di vista critico. Chi è dunque competente a giudicare un artista “apolide”? Chiunque abbia la ventura di ascoltare un brano dell’album pianistico No Concept, in cui il pieno e il vuoto, il suono e il silenzio, fluiscono con grande naturalezza,tra scherzi, impennate, meditazioni, in una narrazione trasversale rispetto agli schemi,ma senza provocazioni o sperimentalismi,come dimostra “Ossessione”. Insomma, una musica facile da consumare ma nello stesso tempo nobilissima, energica nella sua limpidezza e sempre lontana da ogni manierismo (Mario Luzzatto Fegiz – Corriere della Sera)
 

PREZZI

Platea € 38,00 + € 5,50 diritto di prevendita
Palco Centrale € 35,00 + € 5,25 diritto di prevendita
Palco Laterale € 30,00 + € 4,50 diritto di prevendita
Galleria € 28,00 + € 4,20 diritto di prevendita
Loggione € 25,00 + € 3,75 diritto di prevendita
 

Biglietti in vendita da martedì 28 febbraio presso:

Biglietteria del Teatro Comunale di Ferrara 
tel. 0532 202675  
dal lunedì al venerdì ore 15,30-19,00 sabato 10,00-12.30 e 15,30-19,00

VENDITA ON LINE esclusivamente sul sito www.ticketone.it

Punti vendita TiketOne:

Ipercoop Il Castello
Via A. Neri 7  44100 Ferrara (FE)
Tel. 0532789111
Note: Orari: 9:00-20:00 c/o Punto di Ascolto – Aperture straordinarie festive sino alle ore 17:30

Ipercoop Le Mura
Via Copparo 132/5  44100 Ferrara (FE)
Tel. 0532749811
Note: Orari: 9:00-20:00 c/o Punto di Ascolto – Aperture straordinarie festive sino alle ore 17:30

Media World Ferrara
SOTTOZONA D21-VIA M. ROFFIsnc  44100 FERRARA (FE)
Tel. 0532/596111
Note: Orario: Lun 14-20.30, Mart-Sab 9.30-20.30

Fonti: http://www.teatrocomunaleferrara.it/navigations/view/53/0/491