Passeggiando tra le vie del centro qualcuno avrà sicuramente notato della saracinesca chiusa dello storico bar da da Settimo in Cortevecchia. Per i più affezionati sarà sorto il dubbio che, uno dei punti di riferimento di Ferrara da 50 anni a questa parte, possa essere l’ennesima vittima economica del Covid-19.

Eppure pare che la decisione di cedere l’attività a un altro acquirente sia stata presa prima. Infatti sulla Nuova Ferrara si può leggere l’intervista a Loretta Squarzoni, figlia dello storico proprietario, che svela le carte e ammette di una trattativa già avviata di cedesi attività: “Diciamo che la gestione mi ha fatto abbassare prima della saracinesca”.

Tra i papabili nuovi gestori, spunta il nome di Marzo Zuccatelli proprietario dell’ottimo ristorante la Bocciofila a ridosso delle mura, anche esso famoso per la cucina tradizionale.

Ancora niente di ufficiale, ma è presente la rassicurazione che il dopo settimo sia ancora nella mani della buonissima cucina ferrarese.

Intanto, la redazione ringrazia calorosamente Loretta per la cucina che ha cercato sempre di mantenere tradizionale con ottimi risultati.

Oltre che essere un punto di ritrovo per i ferraresi. Grandi e piccoli.

Che dire. Ci mancherai.