Segreti per una linea perfetta da tutto il mondo e miti da sfatare

 

Chi non ha mai sognato un corpo invidiabile? Chi non ha mai provato a perdere qualche chiletto in eccesso? Ogni giorno ci vediamo proposte diete stravaganti, pillole miracolose, bevande e intrugli sciogli grasso (manco fossero dei prodotti per gli scarichi di casa), e ogni giorno qualcuno li prova e dice “Fantastico! Sono dimagrito!”, ma magari la perdita peso dipendeva da una drastica diminuzione della quantità di cibo ingerito o dall’inizio della palestra.

Gira di qua e gira di là, ascolta un po’ un parere dopo l’altro, una cosa fondamentale l’abbiamo capita: siamo talmente diversi tra noi che è impossibile seguire una dieta standardizzata, perciò non facciamoci abbindolare dalle mode alimentari del momento!

 

Ora, visto che persino la “super fantastica toppissima” dieta Dukan ha avuto i suoi estremi, dalla taglia meno mille di Kate Middleton alle morbide forme di Christina Aguilera, visto che i grandi guru ci hanno totalmente disorientati, imbattendomi in un’intervista alla dottoressa Farnetti, ho rubato i suoi preziosi consigli, e ho deciso di condividerli con tutti voi, per evitare di cadere nei soliti errori!

-Regola numero uno: NON CREDETE AI MINESTRONI ANTI RITENZIONE! I sali minerali delle verdure, bollendo a lungo, si aggregano ai cristalli, più difficili da eliminare per i reni. Lasciamo perdere le diete di solo minestrone per carità! So che sembrano una sorta di punizione purificatrice ma in realtà sono solo una punizione!

-Regola numero due: MOZZARELLA E POMODORO NON SONO LEGGERI! Formaggio e pomodori? Sono grassi associati ai sali! Va bene, mangiamoli, ma non sempre come spesso facciamo in estate.

-Regola numero tre: NON ELIMINIAMO LE UOVA! Sì, va bene, hanno il colesterolo, ma hanno anche le proteine nobili, vitamine e minerali. Difatti sono presenti nella maggior parte delle diete degli sportivi.

-Regola numero quattro NON CREDIAMO ALLA FORZA DELLA CARNE AI FERRI NON ACCOMPAGNATA PER PERDERE LIQUIDI! Se sola, crea un accumulo di scorie e i nostri reni faticano a espellerle. Quindi, sempre meglio accompagnarla con verdure crude o frutti diuretici tipo ananas e mandarini.

-Regola numero cinque: (la mia preferita) NON VANNO EVITATI I FRITTI! Vanno semplicemente mangiati con criterio, perché se siamo bravi, non solo possiamo permetterci di non sentirci in colpa, ma possiamo definirci consapevoli di aver aiutato il fegato a produrre e eliminare la bile, accelerando a svuotare l’intestino.

Regola numero sei: LA PASTA A CENA NON FA MALE! Anzi, i carboidrati alla sera preparano il nostro corpo pronto al riposo. Ovvio, non vanno mangiate quantità enormi, cinquanta o sessanta grammi al massimo.

Regola numero sette: MAI SALTARE UN PASTO! Il nostro corpo, se privato del cibo, va a intaccare le riserve, e quando poi apportiamo calorie è un disastro! Le trattiene e ci ingrassiamo!

 

E sfatati questi miti, come cavolo si fa a calare? Come possiamo perdere peso senza impazzire, senza mangiare cose insipide o cercare frutti esotici introvabili? In ogni parte del mondo ci sono usanze diverse, a modo loro efficaci e magari provando a seguirle ci riusciamo pure noi! Ad esempio, gli abitanti di Okinawa, i più longevi al mondo, smettono di mangiare prima di esser sazi. Io personalmente ci ho provato, ma il risultato è stato drastico: dopo un’oretta scarsa stavo trangugiando qualsiasi cosa possibile e immaginabile. Sono dell’idea che quando si mangia bisogna star lì, seduti, concentrarsi sulle pietanze, non fare mille altre cose come gli americani. Infatti diversi studi dimostrano che se consumiamo i nostri pasti mentre facciamo altro, non ci rendiamo conto di quanto cibo abbiamo già consumato in realtà. Noi del vecchio continente, insieme agli asiatici, siamo più snelli perché facciamo atti

Chi non ha mai sognato un corpo invidiabile? Chi non ha mai provato a perdere qualche chiletto in eccesso? Ogni giorno ci vediamo proposte diete stravaganti, pillole miracolose, bevande e intrugli sciogli grasso (manco fossero dei prodotti per gli scarichi di casa), e ogni giorno qualcuno li prova e dice “Fantastico! Sono dimagrito!”, ma magari la perdita peso dipendeva da una drastica diminuzione della quantità di cibo ingerito o dall’inizio della palestra.

Gira di qua e gira di là, ascolta un po’ un parere dopo l’altro, una cosa fondamentale l’abbiamo capita: siamo talmente diversi tra noi che è impossibile seguire una dieta standardizzata, perciò non facciamoci abbindolare dalle mode alimentari del momento!

Ora, visto che persino la “super fantastica toppissima” dieta Dukan ha avuto i suoi estremi, dalla taglia meno mille di Kate Middleton alle morbide forme di Christina Aguilera, visto che i grandi guru ci hanno totalmente disorientati, imbattendomi in un’intervista alla dottoressa Farnetti, ho rubato i suoi preziosi consigli, e ho deciso di condividerli con tutti voi, per evitare di cadere nei soliti errori!

-Regola numero uno: NON CREDETE AI MINESTRONI ANTI RITENZIONE! I sali minerali delle verdure, bollendo a lungo, si aggregano ai cristalli, più difficili da eliminare per i reni. Lasciamo perdere le diete di solo minestrone per carità! So che sembrano una sorta di punizione purificatrice ma in realtà sono solo una punizione!

-Regola numero due: MOZZARELLA E POMODORO NON SONO LEGGERI! Formaggio e pomodori? Sono grassi associati ai sali! Va bene, mangiamoli, ma non sempre come spesso facciamo in estate.

-Regola numero tre: NON ELIMINIAMO LE UOVA! Sì, va bene, hanno il colesterolo, ma hanno anche le proteine nobili, vitamine e minerali. Difatti sono presenti nella maggior parte delle diete degli sportivi.

-Regola numero quattro NON CREDIAMO ALLA FORZA DELLA CARNE AI FERRI NON ACCOMPAGNATA PER PERDERE LIQUIDI! Se sola, crea un accumulo di scorie e i nostri reni faticano a espellerle. Quindi, sempre meglio accompagnarla con verdure crude o frutti diuretici tipo ananas e mandarini.

-Regola numero cinque: (la mia preferita) NON VANNO EVITATI I FRITTI! Vanno semplicemente mangiati con criterio, perché se siamo bravi, non solo possiamo permetterci di non sentirci in colpa, ma possiamo definirci consapevoli di aver aiutato il fegato a produrre e eliminare la bile, accelerando a svuotare l’intestino.

Regola numero sei: LA PASTA A CENA NON FA MALE! Anzi, i carboidrati alla sera preparano il nostro corpo pronto al riposo. Ovvio, non vanno mangiate quantità enormi, cinquanta o sessanta grammi al massimo.

Regola numero sette: MAI SALTARE UN PASTO! Il nostro corpo, se privato del cibo, va a intaccare le riserve, e quando poi apportiamo calorie è un disastro! Le trattiene e ci ingrassiamo!

E sfatati questi miti, come cavolo si fa a calare? Come possiamo perdere peso senza impazzire, senza mangiare cose insipide o cercare frutti esotici introvabili? In ogni parte del mondo ci sono usanze diverse, a modo loro efficaci e magari provando a seguirle ci riusciamo pure noi! Ad esempio, gli abitanti di Okinawa, i più longevi al mondo, smettono di mangiare prima di esser sazi. Io personalmente ci ho provato, ma il risultato è stato drastico: dopo un’oretta scarsa stavo trangugiando qualsiasi cosa possibile e immaginabile. Sono dell’idea che quando si mangia bisogna star lì, seduti, concentrarsi sulle pietanze, non fare mille altre cose come gli americani. Infatti diversi studi dimostrano che se consumiamo i nostri pasti mentre facciamo altro, non ci rendiamo conto di quanto cibo abbiamo già consumato in realtà. Noi del vecchio continente, insieme agli asiatici, siamo più snelli perché facciamo attività fisica. Non è necessario passare ore in palestra, basterebbe solo sforzarsi a camminare di più. Spesso si mangia anche per noia, perciò cercare un hobby, dallo yoga al parapendio al biliardo, ci fa concentrare su altro e non sul cibo, specialmente quello “spazzatura”. Altri metodi efficaci e provati per perder peso facilmente sono ad esempio il masticare molto lentamente, a lungo, con calma. Si parla di quaranta masticazioni per boccone. No vabbè, iniziamo un pranzo alla mezza e lo finiamo alle due eppure dicono sia davvero un metodo formidabile, perché il mangiare in fretta porta all’obesità.

Va bene, dopo tutte queste “dritte” su come dimagrire o mantenere il peso forma, io una cosa ve la voglio dire: non perdiamoci nelle diete fotocopia in pronta consegna online. Piuttosto, se questi consigli non vi sono di aiuto, rivolgetevi a uno specialista, perché il nostro corpo è tutto ciò che abbiamo: VOGLIAMOCI BENE!

E ora mi è venuta fame!