A tutti gli appassionati, amanti e curiosi dell’arte vi segnaliamo un evento degno di essere appuntato ed evidenziato sull’agenda. 

Palazzo dei Diamanti dedica una mostra a Giuseppe De Nittis (1846-1884). Da Barletta, dove nacque, a Parigi e poi a Londra, il pittore rimase colpito dalla bellezza dei paesaggi naturali, dalla grandezza e modernità delle città e dal fascino femminile.

Si tratta di un vero e proprio viaggio attraverso circa 150 opere provenienti da collezioni pubbliche e private, italiane ed europee. Un percorso in cui i dipinti vengono accompagnati da celebri fotografie scattate dai più noti autori dell’epoca: da Edward Steichen a Gustave Le Gray, da Alvin Coburn ad Alfred Stieglitz. Con l’aggiunta della proiezione delle prime immagini in movimento dei fratelli Lumière. 

Perché visitare la mostra?

Amo l’arte fin da quando ero piccolina. Da che ne ho memoria. Non so mai cosa aspettarmi da una nuova esposizione, spesso capita rimanere un po’ delusa dall’allestimento, dalle opere scelte ecc. Invece questa volta sono rimasta davvero colpita in positivo! Una mostra suggestiva, ricca di quadri con vedute cittadine e momenti di vita quotidiana; davanti ad alcuni di questi ammetto di essere rimasta a bocca aperta per la nitidezza dei particolari. È possibile gustarsi collezioni private che non avremo modo di vedere in tante altre occasioni.

Poter scoprire com’erano alcune zone di Londra e Parigi e notare come siano cambiate oggi, pur mantenendo dettagli che le rendono inconfondibili, è stato sorprendente ed istruttivo.

De Nittis è uno dei principali interpreti di un modo nuovo di osservare la realtà, quella “rivoluzione dello sguardo” che dà l’avvio alla modernità in arte, ed in particolare modo nella Parigi di fine Ottocento porta al confronto tra la pittura e il linguaggio visivo della fotografia e dell’arte giapponese.

Le mia parole finiscono qui. Adesso è il momento di dare spazio alle tue sensazioni.

Quando è possibile visitare la mostra?

01/12/2019 – 13/04/2020

Tutti i giorni: 9.00 – 19.00

Trovate tutti i dettagli nel sito del Palazzo dei Diamanti.