Non si aspettava di certo che sarebbe finita in quel modo, quando giovedì 27 marzo una commessa di uno dei negozi del complesso commerciale Darsena City, ha richiamato all’ordine un cittadino straniero che stava gettando dei rifiuti in uno dei carrelli del negozio, adibiti al trasporto ed allo scarico delle merci.

Non getti i rifiuti in quel carrello.”

Queste sono le parole che sono state rivolte al cittadino e che hanno scatenato in quest’ultimo una reazione violenta.

Dopo l’invito della commessa il cittadino le ha afferrato il braccio girandoglielo e facendolo sbattere sul carrello “incriminato”, causandole una distorsione al braccio.

I soccorsi sono stati tempestivi, chi ha chiamato le autorità e chi si è armato di ghiaccio per lenire il dolore al braccio.

Un bilancio finale che poteva essere ben peggiore e che si conclude con 10 giorni di infortunio e tanta paura per la commessa.

Nel frattempo il complesso commerciale è ora nelle mani di Igd e Beni Stabili, i quali hanno messo a punto un piano di rilancio e valorizzazione del centro.