Photofestival a Ferrara la fotografia riapre luoghi e riscopre storie.

La forza della fotografia per raccontare il Reale, cambiare la vita delle persone, riaccendere luoghi di una città. Dopo le mille presenze del primo weekend torna Riaperture, il festival di fotografia a Ferrara: in programma proiezioni, incontri e mostre per vivere ancora per tre giorni una città e i suoi luoghi riaperti per l’occasione.

Erano in mille persone per 15 mostre in 8 luoghi diversi, per una città aperta dalla fotografia: Ferrara si è riempita di storie, deviazioni, incontri per il primo weekend di Riaperture. Non è ancora finita, però: venerdì 13 si riapre per il secondo e ultimo weekend. Oltre alle rassegne, il programma propone nuove presentazioni e proiezioni.

Si parte venerdì 13, alle 21 a Ferrara Off, con la proiezione di “Monte Inferno”, un film di Patrizia Santangeli su una discarica abusiva nel centro Italia (sarà presente anche la regista).

Sabato 14 e domenica 15 a Factory Grisù saranno riproposte le letture portfolio con fotografi professionisti, photoeditor e giornalisti: Sara Munari, Sandro Bini (Deaphoto), Nicolò Piuzzi (The Submarine) e Spazio Labo’ con Laura De Marco.ù

Sabato 14, ore 11, a Factory Grisù, la presentazione di Synap(see). Il collettivo fotografico che indaga i territori italiani proporrà a Riaperture la sua nuova pubblicazione, ‘AGRO’, oltre a spiegarci come si fa, a mettere insieme un collettivo. Nel pomeriggio, sempre a Factory Grisù, alle 16, spazio ai luoghi abbandonati di Spazi Indecisi, un progetto e una mappatura in evoluzione per la rigenerazione urbana e culturale degli spazi in abbandono.

L’associazione romagnola racconterà il loro percorso di cura degli spazi dimenticati, in assonanza con gli obiettivi di Riaperture. Sabato 14 alle 18 a Palazzina Cavalieri di Malta, appuntamento con la storia di Agenzia Luce, con la proiezione del documentario ‘EVM 01′, realizzato da Lele Marcojanni, che presenteranno il film sull’agenzia di sviluppo di Trieste raccontata per il festival. Una storia inedita proposta da Riaperture, con le foto realizzate dall’associazione e sviluppate da Agenzia Luce stessa.

Domenica 15, alle 10 a Factory Grisù, spazio ai bambini con il laboratorio ‘Kids Lab: Autoritratto oggettivo’. Partendo dalla mostra sui ‘selfie oggettivi’ realizzate con le tre classi della scuola media I.C. Cosmè Tura di Ferrara, Silvia Meneghini e Alice Pandolfi ripropongono il flat lay, questa volta con disegni e Polaroid.
La chiusura del festival è affidata alla fotografia sportiva.

Domenica 15, ore 16, a Factory Grisù arriva “Tornanti.cc”. La seconda edizione di Riaperture si conclude scavalcando gli steccati, coinvolgendo in un festival di fotografia anche le immagini sportive. Perché Francesco Rachello ed Eloise Mavian sono fotografi ma riescono a raccontare, oltre al ciclismo professionistico dal Giro d’Italia alle classiche del Nord, anche tutto quello che c’è attorno.

La seconda edizione di Riaperture, in corso dal 6 all’8 e dal 13 al 15 aprile 2018, è partita con 15 mostre in 8 spazi di Ferrara, coinvolgendo nei primi tre giorni quasi mille persone. Il tema della seconda edizione è il “Reale”, raccontato: Letizia Battaglia, Francesco Zizola, Oleg Oprisco, Antonio M. Xoubanova, Arimasa Fukukawa, Stuart Paton, Roberto Boccaccino, Camilla de Maffei, Marco Sconocchia, Nicolas Bruno, Arianna M. Sane-si, Alessandro Ruzzier, Lele Marcojanni.

L’obiettivo di Riaperture Photofestival Ferrara è di riaccendere l’attenzione su luoghi pubblici o privati attualmente non in uso, per portare loro nuova energia: per questo le mostre sono ospitate in sedi aperte per la prima volta alle immagini. La sede principale è Factory Grisù, l’ex caserma dei Vigili del Fuoco di Ferrara, oggi consorzio di imprese.

Le altre sedi: Palazzo Massari e Palazzina Cavalieri di Malta, chiusi dal terremoto del 2012 e riaperti per la prima volta grazie a Riaperture; l’ex drogheria Bazzi, che riaprirà dopo vent’anni in estate; Palazzo Prosperi-Sacrati, edificio rinascimentale chiuso da anni situato proprio di fronte al più noto Palazzo Diamanti; l’ex Chiesa di San Giuliano; Casa Niccolini; un’attività commerciale oggi dismessa in centro storico.

Riaperture torna per il secondo e ultimo weekend da venerdì 13 a domenica 15 aprile: in programma ancora proiezioni, incontri e presentazioni. Le mostre saranno aperte dalle 10 alle 19. Il programma aggiornato è sul sito ufficiale, www.riaperture.com.