Come può un pino proteggere le foreste dagli incendi?

Parlando al quotidiano italiano La Repubblica, i suoi fondatori hanno spiegato la logica alla base dell’avvio della loro azienda e descritto come funziona il sensore a forma di pigna.
“Il fenomeno degli incendi boschivi è un problema serio e in costante aumento in tutto il mondo. Il pianeta è minacciato da cambiamenti climatici incontrollati, incendi dolosi e da un guasto alla rete elettrica, che da sola è responsabile del 10% degli incendi. lo sai?” dice Xenia Lenartsak, originaria del Canada, che ora vive con il marito Max Lenartsak in Italia, dove hanno fondato SLY con Davide De Marchi.
Dopo la morte di un suo parente in un incendio, Lenarcak ha deciso di reagire e di porsi come obiettivo della vita quello di trovare soluzioni innovative per affrontare gli effetti dei cambiamenti climatici, come gli incendi.
La coppia e i loro due figli hanno lasciato il Canada per la Calabria, in Italia, dove hanno acquistato una fattoria. Sfruttando il loro background – lei è un’economista e suo marito è un tecnologo – hanno collaborato con Davide De Marchi e hanno sviluppato sensori di intelligenza artificiale per rilevare rapidamente gli incendi semplicemente analizzando i cambiamenti nella composizione dell’aria. In un breve periodo di tempo sono stati in grado di progettare una soluzione innovativa in grado di fare proprio questo Rileva gli incendi boschivi in ​​pochi minuti E sì Si prevede che si diffonda In grandi aree.
Come riporta il quotidiano italiano, il fenomeno degli incendi boschivi rappresenta un grave problema in Calabria, minacciata da condizioni meteorologiche incontrollate e incendi deliberati. A questo si aggiunge un altro problema: le linee di trasmissione elettrica installate nella regione È la causa del 10% degli incendiChe a sua volta distrugge almeno il 20% del territorio, causando danni irreparabili all’ambiente. Nel frattempo, gli incendi causati da cortocircuiti, sovraccarichi o guasti alla rete sono responsabili dell’1% delle emissioni totali di anidride carbonica.

“La missione di SLY è mitigare gli incendi più pericolosi e distruttivi nella loro fase iniziale, cioè prima che sfuggano al controllo, garantendo così la preservazione delle aree e delle risorse naturali, promuovendo un ambiente più sicuro e preservando il patrimonio forestale delle aree ”, affermano i tre fondatori.

“La tecnologia sviluppata da SLY mira a monitorare aree regionali remote, spesso inaccessibili a causa di ostacoli fisici. Tutto questo viene ottenuto attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale e delle tecnologie satellitari, oltre a rilevare gli incendi sul campo, migliorando la risposta ad ogni situazione critica e garantire tempi di risposta”. Una risposta prima impensabile.

READ  Opportunità di lavoro presso REBIT - I laureati fanno domanda ora!
Foto: www.sly.eco

Come funziona una pigna?

I sensori perimetrali dell’IA, chiamati “bozzoli” perché puntano specificatamente ad una pigna, sono in grado di monitorare 10 ettari e sono collegati al portale centrale “Pine cone-max” che consente il monitoraggio continuo dell’area forestale. . Allo stesso tempo, Rilevare l’incendio in brevissimo tempoCiò consente ai centri operativi antincendio collegati alla piattaforma Treeage di intervenire immediatamente. Una volta identificati i potenziali incendi, i modelli di intelligenza artificiale sviluppati da SLY prevedono, con una precisione superiore all’85%, quali sono a rischio di propagazione, e informano immediatamente i vigili del fuoco.

Foto: www.sly.eco

Secondo il documento, i sensori Edge-AI sono estremamente economici, il che li rende la soluzione ideale per la prevenzione degli incendi.
“I nostri sensori funzionano in tempo reale e sono in grado di individuare la posizione dell’incendio in modo che le agenzie competenti abbiano immediatamente la posizione esatta per sapere dove sta andando. Vogliamo contribuire al processo di riduzione del carbonio mitigando al tempo stesso gli incendi boschivi, ” hanno aggiunto i tre fondatori nell’aprile 2023, SLY viene selezionata da B4i – Bocconi Innovation per partecipare a un programma per startup che riceve un finanziamento di 32.700 euro.
newmoney.gr

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply