Località di Cassana, il paese dista un pugno di pochi kilometri dal duomo di Ferrara, in questo piccolo agglomerato di case Via Modena attraversa il paese spezzandolo a metà, lasciando da una parte gli abitanti di Via Montale e dall’altra la pista ciclabile, il bar ed altri locali.

Il 21 luglio 2014 il ventenne Bruno Ruberto ha perso la vita attraversando Via Modena, la sua direzione era via Montale dove ora resta solo la sua casa, ma in pochi centimetri la sua vita è stata stroncata dal sopraggiugere di un’ Opel Corsa,  facendolo volare ad oltre  venti metri dal punto dell’impatto.

Quando il traffico attraversa Cassana lo fa a grande velocità, senza alcun rispetto per le vite che invece lì risiedono.

Il caso di Bruno è il chiaro segnale di una situazione di disagio vissuta dagli abitanti di Via Montale.

Infatti uscendo dalla via essi sono costretti a compiere due scelte obbligate: la prima è quella di camminare per circa settanta metri, spalle al traffico (cosa tra l’altro vietata dal codice della strada) e senza alcuno spazio riservato ma direttamente sull’asfalto per poter poi arrivare al passaggio pedonale, la seconda opzione è quella di effettuare un passaggio di fortuna in balia della velocità delle auto che scorrono lungo la strada.

Continua nel video…