Cardano è ora già pronto per l’hard fork di Chang: una pietra miliare all’orizzonte – BLOX

Durante una sessione Ask Me Anything (AMA) dal Wyoming, il fondatore di Cardano Charles Hoskinson ha fornito un aggiornamento tanto atteso sui progressi della piattaforma blockchain e sull’imminente hard fork di Chang. Durante questo live streaming dalla sua fattoria, Hoskinson ha discusso degli sforzi in corso e dei risultati ottenuti nel significativo viaggio di Cardano.

Quasi pronto per Node 9.0

Hoskinson Annunciato che il nodo 9.0, necessario per l’hard fork di Chang, sta per terminare. Questo aggiornamento segue la versione 8.2.2 ed è stato ottimizzato per garantire compatibilità e stabilità. Secondo Hoskinson, il nuovo nodo è stato contrassegnato per il rilascio e dovrebbe essere attivo la prossima settimana. Se non si verificano problemi imprevisti, il segnale di aggiornamento verrà inviato lunedì o martedì.

Transizione all’era di Voltaire

L’hard fork di Chang rappresenta un momento cruciale per Cardano in quanto preannuncia la transizione verso l’Era di Voltaire, una fase di sviluppo che pone una forte enfasi sulla governance. Hoskinson ha espresso il suo entusiasmo per raggiungere questa fase, la cui preparazione ha richiesto due anni. Il raggiungimento di una densità di rete di circa il 70% innescherà il processo di hard fork, segnando l’inizio di nuove capacità di governance e di una più ampia partecipazione della comunità ai processi decisionali.

La complessità degli sviluppi futuri

Quando si discute ancora del futuro La solida forchetta di Chang, Hoskinson ha spiegato la complessità dello sviluppo incrementale, soprattutto nell’era Basho, che si concentra sulla scalabilità e sull’ottimizzazione della rete. Ha sottolineato che questa fase richiede un contributo significativo da parte della comunità per effettuare vari compromessi tra l’elaborazione dei dati on-chain e off-chain e altre decisioni tecniche, come lo sharding on-chain e gli aggiustamenti dell’elaborazione delle transazioni.

READ  Clara Klingenstrom Melodifestivalen

Stazioni importanti sulla mappa stradale

Hoskinson ha anche accennato alle prossime pietre miliari della tabella di marcia, tra cui Plutus V3, Hydra, Leios e Mithil, e li ha presentati come forti candidati per l’imminente voto sulla governance. Questo voto essenzialmente ratificherà lo stato finale di Basho e determinerà come verranno allocate le risorse, sottolineando il passaggio verso un modello di sviluppo pienamente guidato dalla comunità.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply