Sono tante le postazioni dei musicisti di strada del Ferrara Buskers Festival – fino al 1° settembre sul palcoscenico open air ferrarese -, ma quest’anno le aree dedicate agli artisti sono state ampliate in un rapporto di collaborazione con le attività commerciali della città, al fine della riqualificazione culturale degli spazi urbani.

Oltre a piazza Repubblica dedicata all’Area Bimbi, a piazza Gobetti con i Pittori e Pitturini, piazza Carbone con la Magia & Incanto, viale Cavour con l’energia delle Buskers Big Band, c’è piazza Verdi, il luogo in cui si esibiscono i musicisti che si sono formati a Ferrara, anche grazie al Ferrara Buskers Festival.

Ogni sera, a partire dalle 20.30 in piazza Verdi suonano i protagonisti di Buskers in FE. Il 27 agosto è stata la volta di Leonardo Veronesi e dello Straight Flute Ensemble. Il 28 agosto degli Acoustic Rug, la prima Social Aperitif Band nata nella provincia di Ferrara con l’intento di tradurre in chiave acustica – ovvero chitarra, cajon e voce, il funk, soul e Rnb di oggi e di ieri, e Silvia ovvero la chitarrista, cantante e autrice Silvia Zaniboni che propone un repertorio di inediti in lingua italiana dalle sonorità pop-rock.

Il 29 agosto sarà la volta di La Banda Loska, che suona uno ska molto coinvolgente. Il 30 ci sarà il gruppo Lost in Trio, un viaggio musicale senza tempo né confini, per naufragare tra il pop-rock internazionale e la canzone d’autore italiana, e il cantante Caravita, sperimentatore della musica e dell’arte a 360°.

Il 31 agosto, nell’area di Buskers in FE si esibiranno gli Afric-Racine, gruppo di giovani che vogliono far conoscere la cultura africana tramite canti, musiche, danze, coreografie e poesie. Inoltre ci sarà lo spettacolo di Enrico Cipollini Duo, cantante e cantautore di ispirazione country, blues e folk.

Nell’ultimo giorno del Ferrara Buskers Festival, il 1° settembre, in piazza Verdi torneranno gli Acoustic Rug e Enrico Cipollini.