Ieri, mercoledì 26 marzo alla biblioteca Ariostea è successo qualcosa di decisamente diverso dallo studio dei libri universitari, dal trangugiamento di litri di caffè e dal tabacco bruciato delle sigarette degli studenti in pausa.

Un uomo di 36 anni di origini pugliesi ha deciso di fornire un desolante spettacolo d’ autoerotismo in una delle sale della biblioteca davanti a due studentesse.

Immediatamente segnalato alle autorità, la strada dell’uomo ha dovuto deviare per arrivare fino alla questura, dove lo attendeva una denuncia per atti osceni in luogo pubblico.