Da martedì 30 giugno la Biblioteca popolare Giardino di Ferrara ha riaperto al pubblico nella propria sede ai piedi del Grattacielo (viale Cavour 183, Ferrara) per il prestito su prenotazione, nelle giornate di martedì dalle 20.30 alle 22.30, mercoledì dalle 10 alle 12, venerdì e sabato dalle 16 alle 19.

Ricominciano anche eventi e laboratori che si svolgono esclusivamente all’aperto, nel giardino di fronte alla biblioteca, a distanza di sicurezza.

Riprende infatti il ‘Language Café‘ con le conversazioni in italiano, inglese e francese il martedì sera, dalle 21 alle 22,15, mentre quelle in spagnolo e tedesco si svolgono il mercoledì mattina dalle 10 alle 11,30. Le conversazioni sono animate da persone madrelingua, sono gratuite e a libera partecipazione.

Per quanto riguarda le altre attività, dopo il laboratorio per bambini e famiglie tenuto (lo scorso 4 luglio) da Nadia Migliari, giovedì 9 luglio alle 18,15 sarà la volta della presentazione del libro ‘Le strade dell’Apartheid’ di Luca Greco, dialoga con l’autore Emanuela Cavicchi. Il volume raccoglie le fotografie scattate da Greco, le storie da lui raccolte e le riflessioni nate durante i suoi viaggi in Palestina, Irlanda del Nord e nel deserto del Sahara dove ha incontrato il popolo Saharawi in esilio. Si tratta di un lavoro di fotografia sociale e narrazione di storie nella Storia degli oppressi, successivo alla mostra omonima che è stata esposta ed apprezzata in molte città italiane: la foto di copertina ha infatti ricevuto la Menzione speciale al concorso fotografico “Guido Orlando”, dedicato a Peppino Impastato. La partecipazione è libera e gratuita, nel rispetto delle norme di distanziamento, di sicurezza e di protezione individuali.