Tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento la rappresentazione della donna appariva vincolata a figure stereotipate che coincidevano con il ruolo di madre o all’opposto con l’iconografia della femme fatale.

Le conquiste sociali e politiche delle donne da allora sono state molte. Per continuare a combattere le discriminazioni e le violenze di ogni genere Palazzo dei Diamanti festeggia l’8 marzo.

A tutti i visitatori che acquisteranno un ingresso intero, ne verrà rilasciato uno in omaggio.

Il biglietto non è acquistabile online e la promozione è valida unicamente in biglietteria il giorno stesso.

Inoltre giovedì 8 marzo alle ore 17, presso la Sala Estense, Chiara Vorrasi, Fernando Mazzocca e Maria Grazia Messina, terranno la conferenza ‘Stati d’animo. La mostra raccontata dai curatori’.

I tre curatori accompagneranno il pubblico in un affascinante viaggio nei territori dell’anima tra Otto e Novecento e spiegheranno come alcuni artisti italiani – da Gaetano Previati a Giovanni Segantini e Giuseppe Pellizza da Volpedo, da Giacomo Balla a Umberto Boccioni – abbiano realizzato opere capaci di esprimere l’immaginario inquieto e multiforme della modernità.

Informazioni e prenotazioni 0532 244949, www.palazzodiamanti.it