Di Elisa Fornasini

Sono uscita di casa con l’idea di dare un’occhiata a Tiger, il nuovo negozio di design low cost inaugurato ieri pomeriggio, senza fare acquisti e invece sono tornata a casa con, in ordine: una coperta scaldino con maniche, un Buddha luminoso, un portagioielli, quattro bicchieri da chupito e due quaderni.

Il tutto al modico prezzo di 25 euro. Mentre mi immagino avvolta dal plaid a bere shottini sotto la supervisione di Siddhartha, non posso fare a meno di pensare di essere stata colpita dalla “tigermania”, una patologia che affligge chi varca la soglia del nuovo store di via Canonica 15, angolo via Contrari.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il sintomo più evidente è il bisogno di comprare cianfrusaglie di cui non si ha mai avuto necessità ma che, grazie ai prezzi stracciati della multinazionale, agli occhi dell’acquirente diventano indispensabili per poter affrontare la vita di tutti i giorni. A parte queste velleità, il nuovo punto vendita della catena danese, nata a Copenhagen quindici anni fa e presente in Italia dal 2011, offre i più svariati prodotti di design a prezzi abbordabili per tutte le tasche.

Nei 420 mq del negozio aperto nell’ex merceria Pesaro, sono ben esposti  innumerevoli articoli per la casa, scuola, l’ufficio, la cucina e per i bambini con un vasto assortimento di addobbi natalizi, cornici, lampade, candele e portacandele, portagioie, calze, guanti, sciarpe, cappelli, occhiali e portaocchiali, tazze, piatti, bicchieri, utensili da cucina, forbici, calcolatrici, taccuini, quaderni di tutte le dimensioni e colori ma anche giochi per i più piccoli, articoli carnevaleschi e prodotti per la bicicletta come baffi da manubrio, adesivi, copriselle, campanelli e chiusure. Tante simpatiche idee che potrebbero trasformarsi in regali di Natale e, a questo proposito, lo store offre tutto il necessario per prepararsi alle festività, dalle palline per l’albero alla carta da regalo, dai cappelli di babbo Natale alle cartoline d’auguri e tutto ciò che occorre per addobbare la tavola durante le feste, dai piatti ai tovaglioli, dalle candele ai segnaposto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“È il mio nuovo negozio preferito” commenta sorridente una ragazza mentre esce dal punto vendita tenendo ben stretto il sacchetto contente una lampada a forma di fungo e una pianola. “Era più bella la vecchia merceria, qui c’è un gran trambusto” dichiara a sua volta una signora, che guarda con aria nostalgica quelle che una volta erano le pareti di legno piene zeppe di prodotti per la sartoria. Ma la verità è una sola, il mondo del cucito è sempre più in disuso e bisogna lasciare spazio al nuovo che avanza. Non rimane quindi che dare l’ultimo addio a Pesaro e dare il benvenuto alla “tigermania”!