Tantissime le novità di questa edizione ormai giunta ai nastri di partenza. I giardini sono 70 ma si sono accumulate una serie di novità che difficilmente riusciranno a essere tutte consultabili in 2 giorni, per questo abbiamo studiato il programma e selezionato quali giardini e attività sono da mettere tra le priorità assolute di questa edizione.

  1. Il Galeorto, solo sabato 12 ore 10.00 su prenotazione, è la crasi tra Galeotto e Orto, ed è un luogo in via Arginone dove l’agricoltura rappresenta l’opportunità rieducativa, la possibilità del riscatto. La Casa Circondariale ci mette il terreno, l’Associazione di volontariato sociale Viale K, creata nel 1992, lo prende in comodato e realizza il pozzo d’acqua e dissoda il terreno; procura le piantine, i semi, i concimi, e soprattutto associa i detenuti che desiderano coltivare l’orto.
  2. Corso Porta 3, il numero uno di nome e di fatto. Un istituzione che accompagna Interno Verde da anni e che anche quest’anno si ripresenta a ricordare uno dei capolavori di Vittorio de Sica “Il giardino dei Finzi Contini”. Anche se molti di voi lo avranno già visto, rivederlo è sempre bello.
  3. Palazzo Gulinelli: sinceramente io mai stato nonostante dicano sia uno dei palazzi più belli di Ferrara. Al numero 21 di Interno Verde, in via Roversella 2, un luogo che potete vedere solo due giorni l’anno. il 12 e 13 settembre a Interno Verde.
  4. Oggi a Ferrara ci sono le bici e se si rompono si portano dal biciclaio. Una volta c’era i cavalli e si portavano all’officina del maniscalco, in via Piangipane 49. Un luogo assolutamente nascosto e incastrato tra le vie della città ma che vale assolutamente la pena visitare
  5. Sapete che in Carlo Mayr, in via Pescherie Vecchie 5, c’è un posto dove la natura ha preso il sopravvento su cemento e asfalto? Alberi di Alloro, Rusticano, ippocastano e ailanto dominano il giardino numero 40, con un sottobosco di pace e anche un po’ di romanticismo.
  6. Cosa ne dite di riposarci un attimo? Andiamo al giardino 59, in via Beatrice D’este 64, e godiamoci l’assoluta pace e tranquillità di un Monastero di clausura di Sant’Antonio in Polesine.
  7. Sabato sera la novità forse più importante del weekend. 10 giardini notturni saranno aperti dalle 20.00 alle 23.00 creando un’atmosfera completamente diversa rispetto a quella diurna, immergendoci, ancora una volta, dentro la natura di interno verde. I giardini notturni hanno un’icona della luna di fianco al proprio nome.
  8. Interno Verde Acqua: Per visitare i giardini sul Po di Primaro, di idropolitana a bordo del Battello Lupo, a cura di Fiumana. Imbarco ogni 30 minuti e obbligatoria la prenotazione al 347 71 39 988. Costa 10 euro.
  9. Sapevate che a Ferrara c’è un quotatissimo Museo Archeologico Nazionale? Ebbene sì, ed è anche meraviglioso. Al numero 58 in XX settembre 122 vi aspettano riquadri composti da aiuole e decorazione, oltre un labirinto. Occhio a perdervi.